Natura accusatoria del procedimento disciplinare: onere della prova e ragionevole dubbio

C.N.F., 09/10/2020, N. 187 «Il procedimento disciplinare è di natura accusatoria, sicché va accolto il ricorso avverso la decisione del Consiglio territoriale allorquando la prova della violazione deontologica non si possa ritenere sufficientemente rag…

Continua a leggere →

Legittimità della giurisdizione domestica, limite del terzo mandato applicabile anche ai membri del CNF, conseguenze sulla decisione disciplinare della decadenza di un componente del collegio: le SS.UU. a tutto campo

CASS. CIV., SS.UU., 30/03/2021, N. 8777 «Il Consiglio nazionale forense, allorché pronuncia in materia disciplinare, è un giudice speciale, istituito con D.Lgs.Lgt. 23 novembre 1944, n. 382 e legittimamente operante, giusta la previsione della sesta di…

Continua a leggere →

Erronea autentica delle firme sull’accordo di separazione coniugi raggiunto con negoziazione assistita: notaio subisce procedimento disciplinare

CASS. CIV., SEZ. II, 21/01/2020, N. 1202 «Ogni qualvolta l’accordo stabilito tra i coniugi, al fine di giungere ad una soluzione consensuale di separazione personale, ricomprenda anche il trasferimento di uno o più diritti di proprietà su beni im…

Continua a leggere →

Avvocati: l’illecito disciplinare non è strettamente tipizzato

E’ stato pubblicato in G.U. Serie Generale n.86 del 13/04/2018 il testo delle modifiche al Codice Deontologico Forense che erano state approvate dal C.N.F. nella seduta dello scorso 22/09/2017. La tipizzazione solo tendenziale dell’illecito disciplinare La prima, che è anche quella di maggior rilievo, riguarda l’art. 20 del codice deontologico, modificato come da tabella che segue: ART. 20… Leggi tutto »

Continua a leggere →