Scioglimento di comunione, nullità urbanistiche e procedure esecutivo/concorsuali: il vademecum delle S.U.

CASS. CIV., SS.UU., 07/10/2019, N. 25021 «Gli atti di scioglimento delle comunioni relativi ad edifici, o a loro parti, sono soggetti alla comminatoria della sanzione della nullità prevista dalla L. n. 47 del 1985, art. 40, comma 2, per gli atti tra vi…

Continua a leggere →

Notificazione della sentenza: unicità di decorrenza del termine breve per attore e convenuto

Le Sezioni Unite della Cassazione, a risoluzione di contrasto, hanno affermato che, «nell’ipotesi di notificazione della sentenza ai sensi dell’art. 326 c.p.c., il termine breve di impugnazione di cui al precedente art. 325 decorre, anche per il notificante, dalla data in cui la notifica viene eseguita nei confronti del destinatario, in quanto gli effetti del procedimento notificatorio, quale… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Notifiche a mezzo U.G.: il termine perentorio è rispettato con la consegna all’ufficiale giudiziario

In un giudizio per la declaratoria della inefficacia ex art. 2901 CC della vendita di alcuni immobili, il giudice di primo grado aveva ordinato l’integrazione del contraddittorio nei confronti dei figli dei convenuti, assegnando a tal fine un termine perentorio per la notifica del relativo atto. L’atto di integrazione veniva consegnato agli ufficiali giudiziari entro il termine assegnato,… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Il disegno di legge di delega per riformare, tra l’altro, anche il diritto di famiglia

Nella seduta n. 48 del 28/02/2019, il Consiglio dei Ministri ha approvato un disegno di legge di delega in favore del Governo al fine di adottare importanti modifiche legislative in diverse materie, tra cui, quella del diritto civile e di famiglia. In altre parole, se e quando il Parlamento approverà il citato disegno di legge di delega, ciò… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Foglio di P.C.: non è propriamente un “atto (endo)processuale”. Ammissibile il deposito cartaceo

Il foglio di precisazione delle conclusioni (cosiddetto foglio di p.c.) è o non è un atto processuale, in specie endo-procedimentale? E, in tal caso, il deposito dello stesso è o non è soggetto all’obbligatorietà del deposito telematico? Il Giudice di Milano, Dr. L. Buffone, ha chiarito un concetto che per nelle menti di tanti operatori del diritto era… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Foglio di P.C.: non è propriamente un “atto (endo)processuale”. Ammissibile il deposito cartaceo

Il foglio di precisazione delle conclusioni (cosiddetto foglio di p.c.) è o non è un atto processuale, in specie endo-procedimentale? E, in tal caso, il deposito dello stesso è o non è soggetto all’obbligatorietà del deposito telematico? Il Giudice di Milano, Dr. L. Buffone, ha chiarito un concetto che per nelle menti di tanti operatori del diritto era… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Detraibilità dell’indennità da assicurazione contro i danni

«II danno da fatto illecito deve essere liquidato sottraendo dall’ammontare del danno risarcibile l’importo dell’indennità assicurativa derivante da assicurazione contro i danni che il danneggiato-assicurato abbia riscosso in conseguenza di quel fatto». E’ quanto ha stabilito la Cassazione a Sezioni Unite in una recente pronuncia che segnaliamo che riguarda il noto caso della tragedia aerea di Ustica che… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Mancata consegna delle foto del matrimonio, escluso il danno non patrimoniale

«Il diritto a ricordare il giorno del matrimonio attraverso documentazione fotografica non costituisce, di per sé, un diritto fondamentale della persona tutelato a livello costituzionale; si tratta di un diritto inidoneo ad essere fonte di un obbligo risarcitorio in relazione al danno non patrimoniale». Ad affermarlo è la Terza Sezione della Cassazione nella sentenza 29/05/2018, n. 13370. L’antefatto… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Detrazione Iva per ristrutturazione: riconosciuta anche se l’immobile è di proprietà di terzi

«Il diritto alla detrazione IVA per lavori di ristrutturazione o manutenzione deve essere riconosciuto anche per gli immobili di proprietà di terzi, purché sia presente un nesso di strumentalità con l’attività d’impresa o professionale, anche se quest’ultima sia potenziale o di prospettiva e finanche se – per cause estranee al contribuente – la predetta attività non abbia poi… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Patente a punti e omessa comunicazione delle generalità del guidatore

«Ai fini dell’applicazione dell’art. 126 bis del codice della strada occorre distinguere il comportamento di chi si disinteressi della richiesta di comunicare i dati personali e della patente del conducente, non ottemperando, così, in alcun modo all’invito rivoltogli (contegno per ciò solo meritevole di sanzione) e la condotta di chi abbia fornito una dichiarazione di contenuto negativo, sulla… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Coniuge prodigo? Un’ipotesi di amministrazione di sostegno

La prodigalità è un comportamento abituale caratterizzato da larghezza nello spendere, nel regalare o nel rischiare eccessivamente rispetto alle proprie condizioni socioeconomiche ed al valore oggettivamente attribuibile al denaro. Ai sensi dell’art. 415 c.c., indipendentemente da una sua derivazione da specifica malattia o comunque infermità, e, quindi, anche quando si traduca in atteggiamenti lucidi, espressione di libera scelta… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Revoca della patente di guida: interviene la Corte Costituzionale, il Prefetto non DEVE ma PUO’ sospendere

Si parla della revoca della patente di guida a seguito della condanna per reati in materia di stupefacenti. Con la recente pronuncia 23/01/2017-09/02/2018, n. 22/2018 la Corte Costituzionale ha dichiarato: «l’illegittimità costituzionale dell’art. 120, comma 2, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo codice della strada), come sostituito dall’art. 3, comma 52, lettera a), della legge… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Obbligo vaccinale: depositati i motivi della sentenza con cui la Corte Costituzionale rigetta la questione di illegimità costituzionale della normativa vigente

Con un nostro articolo del 05/12/2017 davamo notizia del fatto che la Corte Costituzionale aveva respinto la questione di illegimità costituzionale della normativa vigente in materia di obbligo vaccinale di cui al D.L 07/06/2017, n. 73, conve. in L. 31/07/2017, n. 119. Non si conoscevano i motivi della decisione perchè la sentenza non era ancora stata depositata. Ora,… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Il testo della legge sul c.d. biotestamento

Il 14/12/2017 il Parlamento italiano ha approvato la legge c.d. sul biotestamento. Prescindendo dalle posizioni politiche e/o etiche alla base della legge, e senza alcuna pretesa di completezza, qui si cerca di esaminare il testo della stessa, che –  si precisa – allo stato in cui si scrive, non è ancora pubblicato (si allega infatti il testo definitivo… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Secondo la Consulta l’obbligatorietà dei vaccini è legittima in considerazione dello stato attuale in cui ci troviamo

La Corte Costituzionale è stata investita delle questioni circa la legittimità (o meno) dell’obbligo vaccinale e con una decisione che allo stato non è stata ancora depositata ma solo anticipata con il comunicato stampa del 22/11/2017 ha concluso che: «il passaggio da una strategia basata sulla persuasione a un sistema di obbligatorietà si giustifica alla luce del contesto… Leggi tutto »

Continua a leggere →

E’ incostituzionale la previsione d’inammissibilità del ricorso per difetto della dichiarazione di valore nel giudizio previdenziale

La Corte d’appello di Torino, sezione lavoro, aveva sollevato la questione di legittimità costituzionale dell’ultimo periodo dell’art. 152 delle disposizioni di attuazione del codice di procedura civile (come modificato dall’art. 38, comma 1, lettera b), n. 2, del D.L. 06/07/2011, n. 98 (Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria), convertito, con modificazioni, nella L. 15/07/2011, n. 111 che, nei… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Mancato ordine di cancellazione della trascrizione: nulla da fare in cassazione per la parte inerte nel giudizio di merito

La Suprema Corte, con il precedente qui in commento (Cass. Civ., Sez. VI, ordinanza 22/08/2017, n. 20269) si esprime in un caso particolare di mancata emanazione dell’ordine di cancellazione della trascrizione della domanda giudiziale di cui al combinato disposto degli articoli 2652, 2653 e 26681 C.C., sul quale vale la pensa soffermarsi. Il caso Tizio si aziona in… Leggi tutto »

Continua a leggere →

La mancata registrazione del contratto di locazione commerciale è causa di nullità: le Sezioni Unite

Con la sentenza 09/10/2017, n. 23601, pronunciata in materia di contratto di locazione commerciale, le Sezioni Unite hanno stauito che: «La mancata registrazione del contratto di locazione di immobili è causa di nullità dello stesso; il contatto di locazione di immobili, quando sia nullo per (la sola) omessa registrazione, può comunque produrre i suoi effetti con decorrenza ex… Leggi tutto »

Continua a leggere →

L’obbligo vaccinale. Ultimo aggiornamento.

Nel nostro articolo del 12/06/2017 , cui rinviamo, vi davamo conto della normativa in materia di obbligo vaccinale introdotta, come noto, con il D.L. 07/06/2017, n. 73  pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 130 del 07/06/2017, ed entrato in vigore il 08/06/2017. Il citato D.L. 07/06/2017, n. 73  è stato convertito con modifiche con la L. 31/07/2017, n. 119,… Leggi tutto »

Continua a leggere →

La validità del testamento e la partecipazione al giudizio del P.M.

«le controversie aventi ad oggetto la validità del testamento per incapacità naturale del “de cuius” non rientrano tra quelle concernenti lo stato o la capacità delle persone, con conseguente facoltatività dell’intervento, in esse, del Pubblico Ministero ed insussistenza di un obbligo di integrazione del contraddittorio nei suoi confronti in grado di appello». Questo è quanto…

Continua a leggere →

Nuove norme in materia di protezione di minori stranieri non accompagnati

Quasi ogni giorno ci viene data notizia di sbarchi sul nostro territorio, di stranieri in cerca di riparo da persecuzione o in cerca di fortuna. Insieme ad essi ci sono sempre anche molti minorenni, a volte addirittura neonati. Sempre più spesso accade che i citati minori siano ‘soli’, cioè senza i rispettivi genitori o adulti…

Continua a leggere →

Le Sezioni Unite estendono la garanzia ex art. 1669 cc alla ristrutturazione edilizia

Le Sezioni Unite civili risolvono un contrasto in tema di appalto, e precisamente in punto di applicabilità o meno anche alle opere di ristrutturazione edilizia di immobile, della garanzia decennale prevista dall’art. 1669 C.C.. E lo risolvono affermando la sua piena applicabilità. La decisione (sentenza S.U., 27/03/2017, n. 7756) muove da un caso, peraltro in…

Continua a leggere →

Responsabilità medica: la nuova legge

Il 28/02/2017 il Parlamento italiano ha finalmente approvato in via definitiva la nuova legge in materia di responsabilità medica (il testo della legge non risulta ancora pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale ma lo sarà a breve). In generale. I principi. Si tratta di una nuova regolamentazione, attesa da tempo, in materia di sicurezza delle cure e…

Continua a leggere →

Le slides del convegno dal titolo Danni punitivi nel nostro ordinamento?/2^ Parte

Proseguiamo la pubblicazione delle slides del convegno organizzato dalla Camera Civile di Pesaro in collaborazione con l’Ordine degli Avvocati di Pesaro, tenutosi presso l’Hotel Excelsior di Pesaro lo scorso 18/11/2016, in materia di danni punitivi nel nostro ordinamento. Le slides degli ultimi due interventi sono a disposizione per il download nei link che seguono, mentre…

Continua a leggere →

Le slides del convegno dal titolo Danni punitivi nel nostro ordinamento?/1^ Parte

Molti lettori ci hanno chiesto di pubblicare le slides del convegno organizzato dalla Camera Civile di Pesaro in collaborazione con l’Ordine degli Avvocati di Pesaro, tenutosi presso l’Hotel Excelsior di Pesaro lo scorso 18/11/2016, in materia di danni punitivi nel nostro ordinamento. Le mettiamo, dunque, a disposizione per il download nei link che seguono per…

Continua a leggere →

Compensazione legale e giudiziale dei crediti: parlano le Sezioni Unite

In questi giorni è intervenuta un’interessante pronuncia delle  Sezioni Unite (sentenza Cass. Civ., Sezioni Unite, 15/11/2016, n. 23225)  in tema di compensazione legale e giudiziale dei crediti. Il caso Precisamente, la fattispecie da cui muove la decisione che si vuole segnalare, riguarda un credito per spese giudiziali e nasce da un’opposizione a precetto instaurata davanti…

Continua a leggere →

Competenza territoriale: foro del domicilio del creditore solo in caso di obbligazioni pecuniarie “portabili”

Con la sentenza n. 17989 del 13/09/2016, la Corte di Cassazione, riunita a Sezioni Unite, è stata chiamata a dirimere il rilevato contrasto, esistente all’interno della propria giurisprudenza, attorno al concetto di obbligazione pecuniaria “portabile” ai sensi dell’art. 1183, terzo comma, c.c. e, di conseguenza, sull’impatto che tale definizione riverbera sull’individuazione del foro alternativo del…

Continua a leggere →

REPLAY. Sezioni Unite: la domanda nuova in appello, anche se inammissibile, produce l’effetto interruttivo della prescrizione

In questi giorni, con la sentenza S.U. 27/01/2016, n. 1516, le Sezioni Unite Civili della Cassazione, a risoluzione di una questione di particolare importanza, hanno affermato che la proposizione di una domanda nuova in appello, pur se inammissibile, ha ugualmente effetto interruttivo della prescrizione. L’art. 2943 CC In tema di prescrizione, l’art. 2943 CC recita…

Continua a leggere →

Massime di esperienza e mere congetture: solo le prime possono essere utilizzate a base del convincimento del giudice

La sezione lavoro della Corte di Cassazione, con la sentenza qui in commento, ha affrontato il tema dell’adoperabilità delle massime di esperienza a base del convincimento del giudicante, in specie per l’accertamento del demansionamento di una dipendente e del conseguente danno derivatole. Il fatto La vicenda trae origine dalla richiesta di una lavoratrice di risarcimento…

Continua a leggere →

Difensore cancellato dall’Albo: la notifica è valida?

Quando un avvocato si cancella dall’albo, per le ragioni più varie (circostanza, peraltro, frequente di questi tempi), viene meno il suo jus postulandi, perchè, egli, professionalmente, non esiste più e dunque non può più esercitare. Ma cosa succede se il difensore della controparte, ignaro della cancellazione dall’albo del collega, gli inoltra la notifica di un…

Continua a leggere →

Sezioni Unite: la domanda nuova in appello, anche se inammissibile, produce l’effetto interruttivo della prescrizione

In questi giorni, con la sentenza S.U. 27/01/2016, n. 1516, le Sezioni Unite Civili della Cassazione, a risoluzione di una questione di particolare importanza, hanno affermato che la proposizione di una domanda nuova in appello, pur se inammissibile, ha ugualmente effetto interruttivo della prescrizione. L’art. 2943 CC In tema di prescrizione, l’art. 2943 CC recita…

Continua a leggere →

Tasso d’interesse legale 2016: scende allo 0,2%

A partire dal 1 gennaio 2016 il saggio degli interessi legali scende dall’attuale 0,5 % allo 0,2%. Lo ha stabilito il decreto dell’11 dicembre scorso del Ministero dell’Economia e delle Finanze pubblicato in Gazzetta in data 15/12/2015. Come previsto dall’art. 1284 cc, infatti, ogni anno il «Ministro del tesoro, con proprio decreto pubblicato nella Gazzetta…

Continua a leggere →

Sospensione della prescrizione per l’azione di responsabilità nei confronti degli amministratori: ora vale anche per le SNC

Ai sensi e per gli effetti dell’art. 2941, n. 7, CC, per tutta la durata in carica, é sospesa la prescrizione dell’azione di responsabilità che la società può proporre nei confronti dei suoi amministratori. Il fatto è, però, che prima della pronuncia di cui appresso della Consulta, poiché la disposizione ora citata parla di “persone…

Continua a leggere →

La Corte Costituzionale allunga i tempi per la conversione della lira

La Corte Costituzionale, con la sentenza 05/11/2015, n. 216 (decisione del 07/10/2015, deposito del 05/11/2015), ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 26 D.L. 06/12/2011, n. 201, convertito con modificazioni in L. 22/12/2011, n. 214, con cui di fatto si abbreviava di circa tre mesi il termine prescrizionale entro il quale era possibile convertire la lira in…

Continua a leggere →