La Corte di Giustizia su mandato d’arresto europeo e vincolo di subordinazione rispetto al potere esecutivo

C. GIUSTIZIA U.E., SEZ. II, 09/10/2019, C-489/19 «Rinvio pregiudiziale – Procedimento pregiudiziale d’urgenza – Cooperazione di polizia e giudiziaria in materia penale – Mandato d’arresto europeo – Decisione quadro 2002/584/GAI – Articolo 1…

Continua a leggere →

Pesale: Sezioni Unite, un’ipotesi in cui il giudice di appello ha l’obbligo di rinnovare l’istruttoria

Con la sentenza Cass. Pen., SS.UU., 02/04/2019, n. 14426, le Sezioni Unite hanno affermato che il giudice d’appello, in caso di riforma della sentenza assolutoria sulla base di un diverso apprezzamento delle dichiarazioni – di natura decisiva – rese dal perito o dal consulente tecnico dinanzi al primo giudice, ha l’obbligo di procedere alla rinnovazione dell’esame dello stesso… Leggi tutto »

Continua a leggere →

In Gazzetta Ufficiale la legge anticorruzione

E’ stata pubblicata in G.U. la L. 09/01/2019, n. 3 recante  «Misure per il contrasto dei reati contro la pubblica amministrazione,nonché in materia di prescrizione del reato e in materia di trasparenza dei partiti e movimenti politici», altrimenti nota come legge anticorruzione. Molte le novità. Dalla contestatissima sospensione del corso della prescrizione dopo la sentenza di primo grado… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Niente più delega orale nel penale

Ci eravamo abituati bene, ma… …secondo un recente, ma non troppo (è del giugno 2018), arresto – anche se isolato – della Cassazione, è stato posto fine all’ormai consolidata prassi della delega orale per le sostituzioni processuali nei processi penali. Nonostnate il disposto di cui all’art. 14, 2° co., ult. periodo, Legge Professionale Forens, che recita «gli avvocati… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Nuovi reati procedibili a querela: rimessione alle Sezioni Unite

E’ in vigore da neanche un mese ed è  già stata sottoposta al vaglio delle Sezioni Unite: la nuova disciplina prevista dal D.LGS. 10/04/218 n. 36 «Disposizioni di modifica della disciplina del regime di procedibilita’ per taluni reati in attuazione della delega di cui all’articolo 1, commi 16, lettere a) e b), e 17, della legge 23 giugno… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Penale: inammissibile l’impugnazione proposta personalmente

«a seguito della modifica apportata dalla l. 23 giugno 2017, n.103, agli artt.571 e 613 cod.proc.pen., il ricorso per cassazione avverso qualsiasi tipo di provvedimento non può essere proposto personalmente dalla parte, ma deve essere sottoscritto, a pena di inammissibilità, da difensori iscritti nell’albo speciale della Corte di Cassazione» questo è quanto hanno stabilito le Sezioni Unite penali… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Processo Penale Telematico: un’utile guida della Scuola Superiore della Magistratura

Oggi proponiamo ai lettori un recente documento in materia di Processo Penale Telematico. Si tratta di una guida, dal titolo «Introduzione al processo penale telematico», elaborata sotto l’egida della Scuola Superiore della Magistratura nel settembre scorso e contenente, oltre ad una panoramica introduttiva sul sistema, anche un interessante quadro di raffronto tra PCT e PPT, ed un’utile sintesi… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Il sostituto processuale non può validamente costituirsi parte civile nel processo penale

All’udienza pubblica del 21/12/2017 le Sezioni Unite della Cassazione Penale hanno risposto negativamente alla questione di diritto loro sottoposta con l’ordinanza n. 49527 del 27/10/2017: «se sia o meno legittimato a costituirsi parte civile il sostituto processuale del difensore nominato procuratore speciale a tal fine», considerato il contrasto giurisprudenziale generatosi sul tema. Le motivazioni non sono ancora state… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Le SS.UU. risolvono il contrasto sul giudice competente per la richiesta di riesame delle misure reali.

Metti un sequestro preventivo di un terreno, metti l’impugnazione dello stesso depositata nella cancelleria di Tribunale diverso da quella del Tribunale che lo ha emesso, e metti, infine che il Tribunale del riesame la dichiari inamissibile per incompetenza perchè ritiene che il difensore abbia sbagliato il luogo del deposito. Questo è il caso. Nella specie, il Tribunale di… Leggi tutto »

Continua a leggere →

La sorte sempre più difficile della Parte Civile…..

Con la sentenza Sez. VI, 12/07/2017, n. 33912, che qui si segnala, la Corte di Cassazione ha annullato senza rinvio il provvedimento con cui il Tribunale di Taranto aveva ammesso la costituzione di parte civile e, poi, in sede di accoglimento della richiesta di patteggiamento dell’imputato, aveva liquidato le relative spese legali di. p.c. naturalmente ponedole a carico… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Sospensione feriale e deposito sentenza penale: parlano le Sezioni Unite

Con la sentenza Cass. Pen., Sezioni Unite, 18/09/2017, n. 42361  che qui si segnala, le Sezioni Unite della Cassazione penale hanno affrontato la seguente questione di diritto: «se i termini per la redazione della sentenza siano soggetti alla sospensione nel periodo feriale, a seguito della riduzione del periodo annuale di ferie dei magistrati da 45 a 30 giorni… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Riforma del processo penale: le principali novità evidenziate dal Ministero della Giustizia

Come noto lo scorso 14 giugno la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva il testo del disegno di legge di riforma del codice penale, del codice di procedura penale e dell’ordinamento penitenziario. La riforma prevede delle importanti novità che riguardano tanto aspetti sostanziali (modifiche della disciplina della prescrizione, inasprimenti sanzionatori etc.), quanto procedurali…

Continua a leggere →

Penale: l’istituto della continuazione in fase esecutiva. Intervengono le Sezioni Unite

Con la sentenza depositata in data 08/06/2017, n. 28659, le Sezioni Unite Penali della Corte di Cassazione hanno affermato che in tema di applicazione della continuazione in sede esecutiva il giudice è tenuto, nella determinazione della pena, al rispetto del limite del triplo della pena stabilita per la violazione più grave previsto dall’art. 81, comma…

Continua a leggere →

Penale: le Sezioni Unite tornano sul tema della rinnovazione istruttoria nel caso di reformatio in peius

Il 14/04/2017 le Sezioni Unite penali hanno depositato un’importante pronuncia (n. 18620) in tema di reformatio in peius e rinnovazione istruttoria. Già con il nostro articolo dell’11/07/2016 avevamo segnalato la pronuncia, sempre delle Sezioni Unite della Suprema Corte, e precisamente la 06/07/2016, n. 27620 (nota anche come sentenza Dasgupta) sullo stesso tema. Senonchè, subito dopo…

Continua a leggere →

La causa di non punibilità per i reati tributari in materia di imposte sui redditi e iva si applica anche ai procedimenti in corso

La causa di non punibilità introdotta dall’art. 11 del D. LGS. 158/2015 – la quale prevede l’estinzione dei reati tributari in materia di imposte sui redditi e iva nel caso in cui, prima della dichiarazione di apertura del dibattimento,  i debiti tributari, comprensivi di interessi, sanzioni e spese, vengano integralmente pagati – si applica anche…

Continua a leggere →

Fallimento e sequestro preventivo penale: un’interessante pronuncia della Suprema Corte

La Corte di Cassazione, con l’interessante pronuncia Cass. Civ., Sez. I, 12/01/2017, n. 608, che oggi vi proponiamo, interviene sulla tematica dei rapporti tra sequestro preventivo penale finalizzato alla confisca disposto a mente delle disposizioni di cui al d.lgs. 6 settembre 2011, n. 159 e dichiarazione di fallimento. Dal quel che è dato desumere dalla…

Continua a leggere →

Può, la parte civile, chiedere la provvisionale per la prima volta in appello?

Con la sentenza 15/12/2016, n. 53153 le Sezioni Unite della Cassazione intervengono per risolvere alcuni problemi che interessano la parte civile sui quali vi era contrasto. Precisamente la questione rimessa all’esame delle Sezioni Unite viene dalla stessa riassunta nei termini che seguono: se violi il principio devolutivo e il divieto di reformatio in peius la…

Continua a leggere →

Archiviazione per particolare tenuità del fatto: è nulla se non è richiesta dal PM

«Il provvedimento di archiviazione previsto dall’art. 411, comma 1, cod. proc. pen., anche per l’ipotesi di non punibilità della persona sottoposta alle indagini ai sensi dell’art. 131 bis cod. pen. per particolare tenuità del fatto è nullo se non si osservano le disposizioni processuali speciali previste dall’art. 411, comma 1 bis, cod. proc. pen., non…

Continua a leggere →

Messa alla prova: l’ordinanza di rigetto non è autonomamente impugnabile

«L’ordinanza di rigetto della richiesta di messa alla prova non è autonomamente impugnabile, ma è appellabile unitamente alla sentenza di primo grado, ai sensi dell’art. 586 cod. proc. pen., in quanto l’art. 464-quater, comma 7, cod. proc. pen., nel prevedere il ricorso per cassazione, si riferisce unicamente al provvedimento con cui il giudice, in accoglimento…

Continua a leggere →

Messa alla prova e sospensione del processo: le circostanze aggravanti non rilevano

Le Sezioni Unite della Cassazione, con la sentenza annotata hanno affermato il seguente principio di diritto: «ai fini dell’individuazione dei reati ai quali è astrattamente applicabile la disciplina dell’istituto della sospensione con messa alla prova, il richiamo contenuto nell’art. 168-bis c.p. alla pena edittale detentiva non superiore nel massimo a 4 anni va riferito alla…

Continua a leggere →

Corte Costituzionale: parziale illegittimità dell’art. 460 cpp

La Corte Costituzionale, con la sentenza 21/07/2016, n. 201 ha dichiarato la parziale illegittimità dell’art. 460 CPP (requisiti del decreto penale di condanna) ed in particolare, «dichiara l’illegittimità costituzionale dell’art. 460, comma 1, lettera e), del codice di procedura penale, nella parte in cui non prevede che il decreto penale di condanna contenga l’avviso della…

Continua a leggere →

E’ istituito il nuovo reato di ‘frode in processo penale e depistaggio’

Sulla G.U. del 18/07/2016, n. 166, è stata pubblicata la L. 11/07/2016, n. 133 con cui si istituisce il nuovo reato di frode in processo penale e depistaggio, che entrerà in vigore il 23/07/2016. Si tratta di un ‘reato proprio’ perchè l’autore può essere solo un pubblico ufficiale o un incaricato di pubblico servizio. Precisamente esso…

Continua a leggere →

Stalking: attendibilità della persona offesa

Nel reato di atti persecutori (ex art. 612bis CP), meglio noto con il nome di stalking, le dichiarazioni della persona offesa (forse in questo più di qualunque altro reato), sono di particolare importanza, trattandosi di reati normalmente consumati in un contesto domestico, o comunque particolarmente ‘privato’. Su questo importante tema si è di recente pronunciata…

Continua a leggere →

CTU ritardatario colpevole del reato di rifiuto di atti d’ufficio

Il reato di rifiuti di atti d’ufficio è previsto dall’art. 328, 1° co., C.P., che testualmente recita: «Il pubblico ufficiale, o l’incaricato di un pubblico servizio, che indebitamente rifiuta un atto del suo ufficio che, per ragioni di giustizia o di sicurezza pubblica, o di ordine pubblico o di igiene e sanità, deve essere compiuto…

Continua a leggere →

Corte Costituzionale e stupefacenti: cade il divieto di prevalenza della circostanza attenuante

Con una pronuncia recentissima, sentenza 07/04/2016, n. 74, la Corte Costituzionale ha dichiarato la parziale illegittimità dell’art. 69, 4 comma, C.P., come sostituito dall’art. 3 della legge n. 251 del 2005, in punto di valutazione delle circostanze attenuanti, ed in particolare nella parte in cui prevede il divieto di prevalenza della circostanza attenuante di cui all’art.…

Continua a leggere →

Pubblicata sulla Gazzetta la nuova legge dell’omicidio stradale e lesioni personali stradali

E’ oggi pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 70 del 24/03/2016, la nuova legge sull’omicidio stradale colposo e le lesioni personali stradali. Si tratta della L. 23/03/2016, n. 41  ed ai sensi e per gli effetti dell’art. 8 della medesima legge, essa entrerà in vigore domani 25/03/2016. Per un sintetico commento alla nuova normativa…

Continua a leggere →

Cassazione penale: nullo il decreto di archiviazione de plano che non tenga conto dell’opposizione della persona offesa

In sede penale, purtroppo, (non dovrebbe, ma) può capitare e capita che il GIP, in accoglimento della richiesta di archiviazione del P.M., emetta decreto di archiviazione de plano, ossia senza fissare udienza di comparizione delle parti, anche in presenza dell’opposizione della persona offesa. Ciò viola il principio del contraddittorio. Infatti, ai sensi del combinato disposto…

Continua a leggere →

Penale: ricorso per cassazione e la procura alle liti della parte civile

E’ noto come il difensore della parte civile, pur potendo resistere alle eventuali impugnazioni delle altre parti, tuttavia, non possa a propria volta proporre impugnazione se non munito di una procura speciale, rilasciata ad hoc per l’impugnazione stessa. Ma la questione, in verità, non è così pacifica e chiara tanto che, infatti, con una sentenza…

Continua a leggere →

Più tutela per le vittime da reato

Durante il Consiglio dei ministri dello scorso 11 dicembre è stato definitivamente approvato il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2012/29/UE il quale introduce «norme in materia di diritti, assistenza e protezione delle vittime di reato e che sostituisce la decisione quadro 2001/220/GAI». IIl decreto, in particolare, si legge nel comunicato stampa del Governo, mira…

Continua a leggere →

Avvocati penalisti: nuova astensione da oggi fino al 4 dicembre

Parte da oggi, lunedì 30 novembre, e proseguirà sino a venerdì 04 dicembre 2015 la proclamata astensione dalla udienze e da ogni attività giudiziaria da parte degli avvocati penalisti. L’astensione è stata deliberata il 03/11/2015 scorso dall’Unione delle Camere penali (Ucpi), organismo che protesta così contro la mancanza di una riforma organica della giustizia e…

Continua a leggere →

Un caso di assegni familiari sotto il profilo penale

Quella degli assegni familiari, in sede di separazione e di divorzio, è questione altamente complessa ed oggetto di discussione sotto più profili: quello civile e quello penale. Sotto un profilo civile si è trattata la questione nell’articolo del 17/03/2014 cui rinviamo. In sede penale, la questione rileva nella misura in cui si discute se la…

Continua a leggere →

Una nuova dichiarazione di parziale illegittimità costituzionale dell’art. 517 cpp

L’art. 517 cpp ed il problema La Corte Costituzionale, dopo essersi già pronunciata diverse volte sull’art. 517 cpp dichiarandone la parziale illegittimità di esso, con la recente sentenza 09/07/2015, n. 139, torna nuovamente a pronunciarsi sulla medesima disposizione normativa, dichiarandone, ancora una volta, la sua parziale illegittimità costituzionale con riferimento alla possibilità dell’imputato di accedere…

Continua a leggere →