Coronavirus: perché non si celebrano le udienze in materia di famiglia?

L’emergenza Coronavirus in Italia ha costretto i cittadini a tante limitazioni di diritti e di possibilità di agire. Tra queste c’è anche quello di celebrare le udienze per tutelare i propri diritti in giudizio. La normativa mergenziale ed in par…

Continua a leggere →

E’ sanzionabile il genitore inadempiente rispetto al diritto/dovere di visita del figlio? No

Può capitare, e non è affatto raro, che il genitore non affidatario o non  collocatario, non provveda (o non lo faccia come dovrebbe) alle frequentazioni del figlio minore e, dunque, sia inadempiente al diritto/dovere del c.d. diritto di visita. Ebbene…

Continua a leggere →

A Vercelli separazioni e divorzi consensuali senza udienza (al tempo del coronavirus)

Nella situazione emergenziale dettata dal coronavirus, nonchè in esecuzione dei (vari) provvedimenti governativi che sono in merito intervenuti e che ‘sospendono’ le udienze civili (nel momento in cui si scrive sono sospese fino all’1…

Continua a leggere →

Diritto di visita/frequentazione genitori/figli in tempo di coronavirus: una diversa visione del problema

Con un intervento del 19/03/2020 a cui ci permettiamo di rimandare, avevamo dato conto del problema delle visite/frequentazioni genitori/figli in questo momento emergenziale, richiamandoci ad una pronuncia del Tribunale di Milano (ordinanza 11/03/2020)…

Continua a leggere →

Emergenza Corona virus. Un dubbio: ma le udienze dei procedimenti di separazione/divorzio sono rinviate d’ufficio o no? Ed i relativi termini sono sospesi?

Come è ormai a tutti noto, a causa della situazione emergenziale Covid 19 (coronavirus), dapprima con D.L. 08/03/2020, n. 11, si è disposto il rinvio d’ufficio delle udienze civili e penali dal giorno 09/03/2020 fino al 22/03/2020; e, poi, con il…

Continua a leggere →

Tempo di coronavirus: sono separato/divorziato, posso andare a trovare i miei figli?

«Sì, gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l’altro genitore o comunque presso l’affidatario, oppure per condurli presso di sé, sono consentiti, in ogni caso secondo le modalità previste dal giudice con i provvedimenti di separazione …

Continua a leggere →

«Tu mi hai tradito» «Sì, ma il nostro matrimonio era già in crisi» : la prova e la controprova dell’infedeltà.

«La parte che faccia valere la violazione dell’obbligo di fedeltà da parte dell’altro coniuge è tenuta a provare la relativa condotta ed il nesso causale con l’intollerabilità della prosecuzione della convivenza, mentre incombe a chi eccepisce l’ineffi…

Continua a leggere →

Separazione consensuale: il terzo chiede ed ottiene la revocatoria degli atti dispositivi patrimoniali

Un caso particolare ma tutt’altro che infrequente: in sede di separazione consensuale, il marito, oltre ad obbligarsi al pagamento dell’assegno di mantenimento in favore del figlio, trasferisce alla moglie la propria quota di comproprietà d…

Continua a leggere →

Linee guida in materia di famiglia

Quello presentato a Milano il 14/03/2019 non è il solito Protocollo in materia di famiglia. Esso contiene le linee guida da seguire nel contenzioso in materia di famiglia con tanto di modelli di ricorso, di criteri e raccomandazioni non solo redazionali ma anche contenutistiche dei vari atti processuali. I suoi firmatari sono la Corte d’appello, Tribunale, Consiglio dell’Ordine… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Separazione dei coniugi-proprietari e affidamento degli animali domestici

Non è la prima volta che un giudice, in occasione della separazione dei coniugi-proprietari, assuma decisioni con riguardo anche all’affidamento degli animali domestici della coppia. Ma quando capita è sempre un piacere segnalarlo. In questo caso è il Tribunale di Sciacca che con il provvedimento del 19/02/2019 assume provvedimenti circa l’affidamento di un gatto e di un cane… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Il diritto di rimborso delle spese di casa da un coniuge nei confronti dell’altro durante la convivenza matrimoniale

«Nel periodo di convivenza matrimoniale entrambi i coniugi contribuiscono alle esigenze della famiglia, ed anche dei figli, in una misura che verosimilmente corrisponde alle possibilità di ciascuno, coerentemente con quanto previsto dall’art. 316 bis, comma 1, c.c.. Con riguardo invece alle spese per le utenze domestiche nella fase precedente alla separazione, non sussiste il diritto al rimborso delle… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Tendenziale concentrazione davanti al medesimo giudice delle controversie che riguardano i minori

Il caso Il caso da cui muove l’importante decisione delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione che qui si vuole segnalare, sentenza Cass. Civ., S.U., 15/11/2017, n. 27091, è quello di due coniugi, entrambi italiani, con figli minori, che tuttavia vivono in Svizzera e dove, una volta dichiarato lo scioglimento del matrimonio dal giudice svizzero, la madre, collocataria… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Mamma vegana e papà no: a tavola con il giudice

A volte [spesso…] capita che i due genitori continuino a non andare d’accordo anche da separati e precisamente che continuino a litigare quasi per tutto ciò che riguarda il loro figlio. Le ragioni di discussione, per non dire di lite, sono le più varie, dalle più serie a quelle meno serie e tutte (quelle non risolte) finiscono sul… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Mamma vegana e papà no: a tavola con il giudice

A volte [spesso…] capita che i due genitori continuino a non andare d’accordo anche da separati e precisamente che continuino a litigare quasi per tutto ciò che riguarda il loro figlio. Le ragioni di discussione, per non dire di lite, sono le più varie, dalle più serie a quelle meno serie e tutte (quelle non risolte) finiscono sul… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Giudizio di separazione o divorzio: gli effetti della morte del coniuge obbligato

Cosa accade se nel corso di un giudizio di separazione o di divorzio il coniuge obbligato al mantenimento, muore? In applicazione dei principi generali, sotto un profilo puramente processuale, ai sensi e per gli effetti dell’art. 300 cpc, se ne dovrebbe concludere per l’interruzione del giudizio con la conseguente possibilità della sua riassunzione o prosecuzione. Ma in questi… Leggi tutto »

Continua a leggere →

La revocatoria ordinaria in materia di separazione dei coniugi

L’azione revocatoria ordinaria (distinta da quella fallimentare) ai sensi dell’art. 2901 cc testualmente dispone: «Il creditore, anche se il credito e’ soggetto a condizione o a termine, puo’ domandare che siano dichiarati inefficaci nei suoi confronti gli atti di disposizione del patrimonio con i quali il debitore rechi pregiudizio alle sue ragioni, quando concorrono le seguenti condizioni: 1)… Leggi tutto »

Continua a leggere →

No all’assegno divorzile: la Cassazione è sempre più convinta

La Suprema Corte, quest’anno 2017, ci ha voluto sorprendere con la nota sentenza 10/05/2017, n. 11504 prendendo, in tema di assegno di divorzio per il coniuge, un orientamento – che in molti si aspettavano – ma decisamente ‘rivoluzionario’ (per un commento sulla citata sentenza 11504/2017 si rinvia al nostro articolo del 15/05/2017). Anche se qualcuno ha ritenuto che… Leggi tutto »

Continua a leggere →

“REPLAY”- 2017: Affido condiviso ‘reale’: Tribunale di Brindisi docet

Con un documento coraggioso di questi giorni che farà discutere, il Tribunale di Brindisi adotta e raccomanda agli operatori, di seguire un regime di affidamento ispirato a criteri di reale pariteticità tra i due genitori. Si tratta, in sostanza dell’adozione da parte della Sezione Famiglia del Tribunale di Brindisi, di Linee Guida che, muovendo da alcune considerazioni statistiche… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Affido condiviso ‘reale’: Tribunale di Brindisi docet

Con un documento coraggioso di questi giorni che farà discutere, il Tribunale di Brindisi adotta e raccomanda agli operatori, di seguire un regime di affidamento ispirato a criteri di reale pariteticità tra i due genitori. Si tratta, in sostanza dell’adozione da parte della Sezione Famiglia del Tribunale di Brindisi, di Linee Guida che, muovendo da…

Continua a leggere →

Riconoscimento della sentenza straniera di divorzio

Il tema di riconoscimento della sentenza straniera è regolato dalla L. 31/05/1995, n. 218 (art. 64) secondo la quale: «la sentenza straniera e’ riconosciuta in Italia senza che sia necessario il ricorso ad alcun procedimento quando: a) il giudice che l’ha pronunciata poteva conoscere della causa secondo i principi sulla competenza giurisdizionale propri dell’ordinamento italiano;…

Continua a leggere →

Il Tribunale di Milano esclude la preferenza per la mamma

Nel nostro articolo del 20/09/2016 davamo conto della sentenza Cass. Civ., Sez. I, 14/09/2016, n. 18087 con la cui la Sezione I della Corte di Cassazione riconosceva motivatamente l’affidamento del minore alla madre. Ora, con decreto 13-19/10/2016 (allo stato reperibile solo in pubblicazioni riservate non riproducibili) il Tribunale di Milano, torna sull’argomento sostanzialmente ponendosi in…

Continua a leggere →

Affidamento figli e trasferimento di residenza del genitore

Il trasferimento di residenza di uno dei genitori, molto spesso, crea destabilizzazione e mette in crisi il regime di affidamento dei figli, in quanto  non più compatibile con il calendario osservato fino a quel momento. Altrettanto spesso accade di assistere alla pretesa del genitore che ha ‘subito’ il trasferimento di residenza dell’altro, che rivendica, convintamente,…

Continua a leggere →

Separazione o divorzio davanti all’Ufficiale di stato civile: con previsione di assegno di mantenimento? Sì. Anzi No.

Con sentenza 07/07/2016, n. 07813 il TAR del Lazio ha annullato la Circolare ministeriale n. 6/2015, cioè proprio quella Circolare che, con sorpresa un po’ di tutti, in effetti, aveva introdotto la possibilità di prevedere la pattuizione tra i coniugi di un assegno periodico di mantenimento anche nella procedura c.d. semplificata davanti all’Ufficiale di stato…

Continua a leggere →

Affido condiviso: ma la prevalenza a chi spetta dei due?

Come noto, a decorrere dal 2006, con L. 08/02/2006, n. 54, è stato introdotto il concetto di bigenitorialità, oggi contenuto nell’art. 337 ter C.C, che si traduce nell’affido condiviso, ossia quel criterio che, salvo ragioni eccezionali, deve essere preferito all’altro prima vigente dell’affidamento esclusivo dei figli, in sede di separazione e/o di divorzio. A parere…

Continua a leggere →

Legge di stabilità: le novità in materia di famiglia/1

La legge di stabilità (L. 28/12/2015, n. 208, in G.U, serie generale, n. 302 del 30/12/2015 in vigore dal 01/01/2016 ai sensi dell’art. 1, comma 999 dello stesso provvedimento) su cui ci siamo intrattenuti nel nostro precedente l’articolo del 01/01/2016, include diverse novità in materia di famiglia, sulle quali vale la pena soffermarsi. Quella probabilmente…

Continua a leggere →

Il giudice non può imporre il percorso terapeutico ai genitori

Il problema Purtroppo, in alcuni Tribunali è invalsa l’abitudine di prescrivere ai genitori del cui figlio minore si discute l’affidamento, un percorso terapeutico (di coppia o anche individuale), ossia di sottoporsi ad una terapia psicologica valutata come utile o necessaria nel caso, per esempio, di alta conflittualità tra i genitori, o nel caso di immaturità…

Continua a leggere →