Distrazione di somme da società ammessa al concordato preventivo e bancarotta postfallimentare

CASS. PEN., SEZ. V, 09/12/2019-03/04/2020, N. 11297 «Il decreto di ammissione di una società al concordato preventivo alla sentenza dichiarativa di fallimento è assimilabile alla sentenza dichiarativa di fallimento in quanto provvedimento che presuppon…

Continua a leggere →

La Corte di Giustizia su mandato d’arresto europeo e vincolo di subordinazione rispetto al potere esecutivo

C. GIUSTIZIA U.E., SEZ. II, 09/10/2019, C-489/19 «Rinvio pregiudiziale – Procedimento pregiudiziale d’urgenza – Cooperazione di polizia e giudiziaria in materia penale – Mandato d’arresto europeo – Decisione quadro 2002/584/GAI – Articolo 1…

Continua a leggere →

Pesale: Sezioni Unite, un’ipotesi in cui il giudice di appello ha l’obbligo di rinnovare l’istruttoria

Con la sentenza Cass. Pen., SS.UU., 02/04/2019, n. 14426, le Sezioni Unite hanno affermato che il giudice d’appello, in caso di riforma della sentenza assolutoria sulla base di un diverso apprezzamento delle dichiarazioni – di natura decisiva – rese dal perito o dal consulente tecnico dinanzi al primo giudice, ha l’obbligo di procedere alla rinnovazione dell’esame dello stesso… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Corte Costituzionale: illegittimità della pena in materia di stupefacenti

Con la sentenza 08/03/2019, n. 40, emessa a seguito della seduta del 23/01/2019, e pubblicata sulla G.U. il 13/03/2019, n. 11, la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 73/1 della L. 09/10/2019, n. 309 (Testo unico in materia di stupenfacenti) con riferimento alla pena ivi prevista. Il giorno del deposito della sentenza (08/03/2019) la Corte ha emesso… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Corte Costituzionale: illegittimità della pena in materia di stupefacenti

Con la sentenza 08/03/2019, n. 40, emessa a seguito della seduta del 23/01/2019, e pubblicata sulla G.U. il 13/03/2019, n. 11, la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 73/1 della L. 09/10/2019, n. 309 (Testo unico in materia di stupenfacenti) con riferimento alla pena ivi prevista. Il giorno del deposito della sentenza (08/03/2019) la Corte ha emesso… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Difficoltà economica nel versare il mantenimento per i figli: per la Cassazione è sempre reato salvo un’impossibilità assoluta

Il mancato pagamento dell’assegno di mantenimento, da parte dell’obbligato, previsto in sede di separazione o di divorzio, è stato oggetto di diversi interventi legislativi. Precisamente, l’art. 12 sexies della L. 01/12/1970, n. 898 e succ. mod., prevedeva che: «al coniuge che si sottrae all’obbligo di corresponsione dell’assegno dovuto a norma degli articoli 5 e 6 della presente legge… Leggi tutto »

Continua a leggere →

La decisione della Consulta sul ‘caso Cappato’

Come noto la Corte Costituzionale ha affrontato la questione del c.d. ‘Caso Cappato‘ ossia la questione della legittimità costituzionale dell’art. 580 cp alla luce dell’aiuto al suicidio della persona nota come ‘DJ Fabo’, da parte del politico Marco Cappato. La Consulta, all’esito della camera di consiglio del 24/10/2018, ha emesso il seguente comunicato stampa: «Nella camera di consiglio… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Il raddoppio di durata della sospensione della patente in caso di guida di veicolo appartenente a terzi

«Sulla base dell’art. 186, comma 2, lett. c) del codice della strada, all’accertamento del reato di guida sotto l’influenza dell’alcool consegue in ogni caso la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da uno a due anni. Se il veicolo appartiene a persona estranea al reato, la durata della sospensione della patente è raddoppiata». E’ quanto… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Le madri detenute hanno diritto all’assistenza esterna dei figli

La Consulta, con la sentenza 23/07/2018, n. 174, ha dichiarato l’illegittimità costituzionale della norma dell’ordinamento penitenziario (art. 21-bis L. n. 354/1975) che subordina il beneficio dell’assistenza esterna ai figli minori di 10 anni alla scelta di collaborare con la giustizia. Di seguito vi riportiamo il PQM della pronuncia: «dichiara l’illegittimità costituzionale dell’art. 21-bis della legge 26 luglio 1975,… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Sezioni Unite in tema di certificazioni dei sostituti d’imposta

Segnaliamo la sentenza 01/06/2018, n. 24782, con cui  le Sezioni Unite della Suprema Corte penale decidono la questione di diritto ad essa sottoposto del seguente tenore: «se, ai fini dell’accertamento del reato di cui al D.Lgs. 10 marzo 2000, n. 74, art. 10-bis, nel testo anteriore all’entrata in vigore del D.Lgs. 24 settembre 2015, n. 158, art. 7,… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Nuova Privacy: anche nel processo penale

Il D.LG.S. 18/05/2018, n. 51, adottato in attuazione della Direttiva UE 2016/680 del Parlamento europeo e del Consiglio, relativa alla «protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali da parte delle autorità competenti a fini di prevenzione, indagine, accertamento e perseguimento di reati o esecuzione di sanzioni penali, nonché alla libera circolazione di tali dati»,… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Nuovi reati procedibili a querela

Con il D.LGS. 10/04/2018, n. 36 pubblicato in G.U. il 24/04/2018 e recante «Disposizioni di modifica della disciplina del regime di procedibilita’ per taluni reati in attuazione della delega di cui all’articolo 1, commi 16, lettere a) e b), e 17, della legge 23 giugno 2017, n. 103», in vigore dal 9 maggio 2018 viene estesa la procedibilità… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Le novità legislative di natura penale a tutela della persona e della famiglia

Forse un po’ in sordina ma in questi giorni, precisamente venerdì 6 aprile 2018, sono entrate in vigore nuove importanti disposizioni penali che, nel contesto di più materie e settori, riguardano anche l’ambito personale e familiare. Esse sono contenute nel D.LGS. 01/03/2018, n. 21. Il provvedimento legislativo in questione D.LGS. 21/2018 viene emenato in esecuzione della L. 23/06/2017,… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Il sostituto processuale non ha facoltà di costituirsi parte civile in luogo del difensore, salvo che…

Le Sezioni unite della Corte di cassazione, hanno affermato che «il sostituto processuale del difensore al quale il danneggiato abbia rilasciato procura speciale al fine di esercitare l’azione civile nel processo penale, non ha la facoltà di costituirsi parte civile, salvo che detta facoltà sia stata espressamente conferita nella procura o che il danneggiato sia presente all’udienza di… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Penale: inammissibile l’impugnazione proposta personalmente

«a seguito della modifica apportata dalla l. 23 giugno 2017, n.103, agli artt.571 e 613 cod.proc.pen., il ricorso per cassazione avverso qualsiasi tipo di provvedimento non può essere proposto personalmente dalla parte, ma deve essere sottoscritto, a pena di inammissibilità, da difensori iscritti nell’albo speciale della Corte di Cassazione» questo è quanto hanno stabilito le Sezioni Unite penali… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Revoca della patente di guida: interviene la Corte Costituzionale, il Prefetto non DEVE ma PUO’ sospendere

Si parla della revoca della patente di guida a seguito della condanna per reati in materia di stupefacenti. Con la recente pronuncia 23/01/2017-09/02/2018, n. 22/2018 la Corte Costituzionale ha dichiarato: «l’illegittimità costituzionale dell’art. 120, comma 2, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo codice della strada), come sostituito dall’art. 3, comma 52, lettera a), della legge… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Penale: è sanabile la nullità della notifica del decreto di citazione a giudizio presso il difensore di fiducia anzichè presso il domicilio eletto? le Sezioni Unite risolvono il contrasto

In sede penale si era formato un contrasto giurisprudenziale in ordine alla sanabilità o meno della nullità della notificazione del decreto di citazione a giudizio quando essa venisse effettuata presso il difensore di fiducia anzichè presso il domicilio dichiarato o eletto; ed in particolare la questione si poneva nel senso di porre a carico o meno del difensore… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Il “no” delle Sezioni Unite all’applicazione della “nuova” speciale tenuità del fatto ai procedimenti del Giudice di Pace

«La causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto, prevista dall’art. 131 -bis cod. pen., non è applicabile nei procedimenti relativi a reati di competenza del giudice di pace». Le Sezioni Unite della Cassazione Penale, nell’accogliere il ricorso proposto dal Procuratore Generale presso la Corte d’appello di Venezia avverso la sentenza che aveva dichiarato non punibili… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Le SS.UU. risolvono il contrasto sul giudice competente per la richiesta di riesame delle misure reali.

Metti un sequestro preventivo di un terreno, metti l’impugnazione dello stesso depositata nella cancelleria di Tribunale diverso da quella del Tribunale che lo ha emesso, e metti, infine che il Tribunale del riesame la dichiari inamissibile per incompetenza perchè ritiene che il difensore abbia sbagliato il luogo del deposito. Questo è il caso. Nella specie, il Tribunale di… Leggi tutto »

Continua a leggere →

La sorte sempre più difficile della Parte Civile…..

Con la sentenza Sez. VI, 12/07/2017, n. 33912, che qui si segnala, la Corte di Cassazione ha annullato senza rinvio il provvedimento con cui il Tribunale di Taranto aveva ammesso la costituzione di parte civile e, poi, in sede di accoglimento della richiesta di patteggiamento dell’imputato, aveva liquidato le relative spese legali di. p.c. naturalmente ponedole a carico… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Sospensione feriale e deposito sentenza penale: parlano le Sezioni Unite

Con la sentenza Cass. Pen., Sezioni Unite, 18/09/2017, n. 42361  che qui si segnala, le Sezioni Unite della Cassazione penale hanno affrontato la seguente questione di diritto: «se i termini per la redazione della sentenza siano soggetti alla sospensione nel periodo feriale, a seguito della riduzione del periodo annuale di ferie dei magistrati da 45 a 30 giorni… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Codice procedura penale: art. 516, dichiarata nuova illegittimità costituzionale

La Corte Costituzionale torna ad occuparsi dell’art. 516 cpp (modifica dell’imputazione) e con la sentenza 17/07/2017, n. 206 ha dichiarato: «l’illegittimità costituzionale dell’art. 516 del codice di procedura penale, nella parte in cui non prevede la facoltà dell’imputato di richiedere al giudice del dibattimento l’applicazione della pena a norma dell’art. 444 del codice di procedura penale, relativamente al… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Penale: è nulla la sentenza d’appello che pronuncia del plano la prescrizione del reato, però….

Stante un contrasto giurisprudenziale sul punto, alle Sezioni Unite penali della Corte di Cassazione è stato sottoposto il quesito se una sentenza emessa de plano dal giudice di appello, in riforma della sentenza di condanna di primo grado, senza che si sia proceduto al dibattimento, e con cui si sia dichairata l’estinzione del reato per…

Continua a leggere →

Penale: l’istituto della continuazione in fase esecutiva. Intervengono le Sezioni Unite

Con la sentenza depositata in data 08/06/2017, n. 28659, le Sezioni Unite Penali della Corte di Cassazione hanno affermato che in tema di applicazione della continuazione in sede esecutiva il giudice è tenuto, nella determinazione della pena, al rispetto del limite del triplo della pena stabilita per la violazione più grave previsto dall’art. 81, comma…

Continua a leggere →

Penale: le Sezioni Unite tornano sul tema della rinnovazione istruttoria nel caso di reformatio in peius

Il 14/04/2017 le Sezioni Unite penali hanno depositato un’importante pronuncia (n. 18620) in tema di reformatio in peius e rinnovazione istruttoria. Già con il nostro articolo dell’11/07/2016 avevamo segnalato la pronuncia, sempre delle Sezioni Unite della Suprema Corte, e precisamente la 06/07/2016, n. 27620 (nota anche come sentenza Dasgupta) sullo stesso tema. Senonchè, subito dopo…

Continua a leggere →

L’aggravante del delitto commesso ‘in presenza del minore’

La Prima Sezione della Corte di Cassazione, con la sentenza 14/03/2017, n. 12328, ha affermato che la circostanza aggravante dell’essere stato il delitto commesso alla presenza del minore, nelle ipotesi previste dall’art. 61, n. 11 quinquies cod. pen., è configurabile tutte le volte che il minore degli anni diciotto percepisca la commissione del reato, anche…

Continua a leggere →

L’appello penale come quello civile? Specificità dei motivi

Le Sezioni Unite penali della Cassazione hanno affermato il principio secondo cui anche «l’appello – al pari del ricorso per cassazione – è inammissibile per difetto di specificità dei motivi, quando non risultano esplicitamente enunciati e argomentati i rilievi critici rispetto alle ragioni di fatto o di diritto poste a fondamento della sentenza impugnata», precisando,…

Continua a leggere →

Responsabilità medica: la nuova legge

Il 28/02/2017 il Parlamento italiano ha finalmente approvato in via definitiva la nuova legge in materia di responsabilità medica (il testo della legge non risulta ancora pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale ma lo sarà a breve). In generale. I principi. Si tratta di una nuova regolamentazione, attesa da tempo, in materia di sicurezza delle cure e…

Continua a leggere →

Violenza domestica: la CEDU condanna l’Italia

Nel giorno in cui convenzionalmente si omaggia la donna, ci piace segnalare una sentenza di questi giorni della Corte europea dei diritti umani (CEDU) contro la violenza domestica e di portata storica. Si tratta della sentenza, sez. I, 02/03/2017, n. 41237/14 (caso Talpis v/ Italia) (ci scusiamo ma la sentenza risulta reperibile solo in lingua…

Continua a leggere →

Può, la parte civile, chiedere la provvisionale per la prima volta in appello?

Con la sentenza 15/12/2016, n. 53153 le Sezioni Unite della Cassazione intervengono per risolvere alcuni problemi che interessano la parte civile sui quali vi era contrasto. Precisamente la questione rimessa all’esame delle Sezioni Unite viene dalla stessa riassunta nei termini che seguono: se violi il principio devolutivo e il divieto di reformatio in peius la…

Continua a leggere →

Ingiurie e minacce verso il datore di lavoro che non versa gli stipendi: assolto il lavoratore

La quinta sezione penale della Cassazione si è pronunciata due giorni fa sulla ritenuta sussistenza della causa di non punibilità prevista dall’art. 599 c.p. nel reato di ingiuria, reato che sarebbe stato perpetrato da un dipendente ai danni del proprio datore di lavoro, il quale non aveva mai versato gli stipendi al lavoratore. In primo…

Continua a leggere →

Difensore impedito per malattia: non ha l’onere di nominare un sostituto processuale

Con la sentenza che si annota, le Sezioni Unite della Cassazione Penale hanno affermato due principi di diritto, rispondendo ai due relativi quesiti in tema di impedimento del difensore causato da ragione di salute (nella specie, da una patologia certificata e tempestivamente comunicata all’ufficio di Corte di Appello) circa l’onere di nominare un sostituto processuale…

Continua a leggere →

REPLAY. Sezioni Unite (penale): finalmente si fa chiarezza sulla remissione tacita della querela davanti al GdP (e non solo)

Quello della remissione tacita della querela è un tema dibattuto da tempo e, finalmente, con la sentenza 21/07/2016, n. 31668, le Sezioni Unite della Corte di Cassazione intervengono per risolvere il conflitto giurisprudenziale esistente, esprimendo il seguente principio di diritto: «integra remissione tacita di querela la mancata comparizione alla udienza dibattimentale del querelante previamente ed…

Continua a leggere →

REPLAY. Penale: Sezioni Unite: dopo l’assoluzione in primo grado, in appello non si può condannare senza rinnovare l’istruttoria

Con una recentissima pronuncia (06/07/2016, n. 27620) le Sezioni Unite della Cassazione Penale si sono pronunciate in materia di rinnovazione istruttoria in sede di impugnazione mutando l’orientamento preesistente delle singole sezioni. Il caso Il caso da cui muove la pronuncia delle Sezioni Unite, è quello di un procedimento penale per estorsione continuata (ex artt. 629…

Continua a leggere →

REPLAY. I nuovi reati di omicidio stradale e di lesioni personali stradali

E’ stato approvato in via definitiva il testo del DDL che modificando numerose disposizioni del codice penale e del codice di procedura penale (oltre che quelle del codice della strada), introduce il reato di omicidio stradale ed il reato di lesioni personali stradali gravi o gravissime. Il testo è stato approvato dal Senato in via…

Continua a leggere →

Sezioni Unite (penale): finalmente si fa chiarezza sulla remissione tacita della querela davanti al GdP (e non solo)

Quello della remissione tacita della querela è un tema dibattuto da tempo e, finalmente, con la sentenza 21/07/2016, n. 31668, le Sezioni Unite della Corte di Cassazione intervengono per risolvere il conflitto giurisprudenziale esistente, esprimendo il seguente principio di diritto: «integra remissione tacita di querela la mancata comparizione alla udienza dibattimentale del querelante previamente ed…

Continua a leggere →

E’ istituito il nuovo reato di ‘frode in processo penale e depistaggio’

Sulla G.U. del 18/07/2016, n. 166, è stata pubblicata la L. 11/07/2016, n. 133 con cui si istituisce il nuovo reato di frode in processo penale e depistaggio, che entrerà in vigore il 23/07/2016. Si tratta di un ‘reato proprio’ perchè l’autore può essere solo un pubblico ufficiale o un incaricato di pubblico servizio. Precisamente esso…

Continua a leggere →

Penale: Sezioni Unite: dopo l’assoluzione in primo grado, in appello non si può condannare senza rinnovare l’istruttoria

Con una recentissima pronuncia (06/07/2016, n. 27620) le Sezioni Unite della Cassazione Penale si sono pronunciate in materia di rinnovazione istruttoria in sede di impugnazione mutando l’orientamento preesistente delle singole sezioni. Il caso Il caso da cui muove la pronuncia delle Sezioni Unite, è quello di un procedimento penale per estorsione continuata (ex artt. 629…

Continua a leggere →

Stalking: attendibilità della persona offesa

Nel reato di atti persecutori (ex art. 612bis CP), meglio noto con il nome di stalking, le dichiarazioni della persona offesa (forse in questo più di qualunque altro reato), sono di particolare importanza, trattandosi di reati normalmente consumati in un contesto domestico, o comunque particolarmente ‘privato’. Su questo importante tema si è di recente pronunciata…

Continua a leggere →

Corte Costituzionale: parziale illegittimità dell’art. 656 cpp in materia di esecuzione penale

Con la sentenza 06/04/2016, n. 125, depositata il 01/06/2016, la Corte Costituzionale ha dichiarato la parziale illegittimità costituzionale di una norma di procedura penale in materia di esecuzione, e precisamente l’art. 656, comma 9, lett. a) CPP. La questione è stata sollevata dal Giudice dell’udienza preliminare del Tribunale ordinario di Napoli, il quale, in riferimento…

Continua a leggere →

Corte Costituzionale e stupefacenti: cade il divieto di prevalenza della circostanza attenuante

Con una pronuncia recentissima, sentenza 07/04/2016, n. 74, la Corte Costituzionale ha dichiarato la parziale illegittimità dell’art. 69, 4 comma, C.P., come sostituito dall’art. 3 della legge n. 251 del 2005, in punto di valutazione delle circostanze attenuanti, ed in particolare nella parte in cui prevede il divieto di prevalenza della circostanza attenuante di cui all’art.…

Continua a leggere →

Pubblicata sulla Gazzetta la nuova legge dell’omicidio stradale e lesioni personali stradali

E’ oggi pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 70 del 24/03/2016, la nuova legge sull’omicidio stradale colposo e le lesioni personali stradali. Si tratta della L. 23/03/2016, n. 41  ed ai sensi e per gli effetti dell’art. 8 della medesima legge, essa entrerà in vigore domani 25/03/2016. Per un sintetico commento alla nuova normativa…

Continua a leggere →

I nuovi reati di omicidio stradale e di lesioni personali stradali

E’ stato approvato in via definitiva il testo del DDL che modificando numerose disposizioni del codice penale e del codice di procedura penale (oltre che quelle del codice della strada), introduce il reato di omicidio stradale ed il reato di lesioni personali stradali gravi o gravissime. Il testo è stato approvato dal Senato in via…

Continua a leggere →

Penale: ricorso per cassazione e la procura alle liti della parte civile

E’ noto come il difensore della parte civile, pur potendo resistere alle eventuali impugnazioni delle altre parti, tuttavia, non possa a propria volta proporre impugnazione se non munito di una procura speciale, rilasciata ad hoc per l’impugnazione stessa. Ma la questione, in verità, non è così pacifica e chiara tanto che, infatti, con una sentenza…

Continua a leggere →

Depenalizzazione: finalmente è legge

Nei nostri articoli del 24/11/2015 e 25/11/2015, per contrastare un orientamento “giornalistico” che aveva preso piede in quei giorni, ci sentivamo in dovere di precisare che la depenalizzazione di cui tanto si parlava NON era ancora in vigore. Ora, possiamo dare la notizia che la depenalizzazione è finalmente legge. Infatti, il provvedimento legislativo in questione,…

Continua a leggere →

La Corte Costituzionale dice no alla continuazione in materia di illeciti amministrativi

Coloro che confidavano finalmente nell’introduzione dell’istituto della continuazione anche per gli illeciti amministrativi, devono, ancora una volta, abbandonare ogni speranza. La Corte Costituzionale, infatti, con l’ordinanza 17/12/2015, n. 270, ha respinto nuovamente la questione dichiarandola manifestamente infondata. Il problema, noto a chi si occupa di illeciti amministrativi regolati dalla L. 24/11/1981 n. 689, e sentito…

Continua a leggere →

…. sempre a proposito della depenalizzazione

Nel post del 24/11/2015 a cui si rimanda, si è cercato di chiarire che la normativa in materia di depenalizzazione approvata dal Consiglio dei ministri nella sua versione preliminare nella seduta n. 90 del 13/11/2015 non è ancora legge e che, verosimilmente, trascorreranno ancora diverse settimane prima che lo diventi. Il merito della depenalizzazione In…

Continua a leggere →

La depenalizzazione NON è ancora in vigore

Da alcuni giorni si assiste alla massiccia divulgazione della notizia secondo la quale, per effetto di un intervento legislativo del Governo, sarebbe intervenuta la depenalizzazione di alcuni reati minori. Poichè ciò non è esatto, onde evitare pericolose confusioni, sembra opportuno fare chiarezza sul punto. Nella seduta n. 90 del 13/11/2015 il Consiglio dei ministri “ha…

Continua a leggere →

La Corte Costituzionale conferma la procedibilità d’ufficio per il reato ex art. 12 sexies L. 898/1970 in materia di divorzio

La Corte Costituzionale è tornata a pronunciarsi sul reato di mancato adempimento del pagamento dell’assegno di mantenimento da parte del coniuge obbligato, previsto, in sede di divorzio, dall’art. 12 sexies L. 01/12/1970, n. 898. Si tratta di un problema di cui da tempo si discute perchè in base, ad un orientamento ormai consolidato della giurisprudenza…

Continua a leggere →

Una nuova dichiarazione di parziale illegittimità costituzionale dell’art. 517 cpp

L’art. 517 cpp ed il problema La Corte Costituzionale, dopo essersi già pronunciata diverse volte sull’art. 517 cpp dichiarandone la parziale illegittimità di esso, con la recente sentenza 09/07/2015, n. 139, torna nuovamente a pronunciarsi sulla medesima disposizione normativa, dichiarandone, ancora una volta, la sua parziale illegittimità costituzionale con riferimento alla possibilità dell’imputato di accedere…

Continua a leggere →