Decreto “cura Italia” 18/2020: primissima lettura delle nuove disposizioni sulla sospensione dei termini processuali per il processo civile e penale e tributario

É stato infine pubblicato – pur con grave ritardo – il nuovo decreto-legge cd “cura Italia” ricollegato all’emergenza corona virus (D.L. 17/03/2020, n. 18 in G.U. 17/03/2020, n. 70, recante «Misure di potenziamento del Servizio sanita…

Continua a leggere →

Il rilievo (indiretto) della meritevolezza del debitore nell’accordo di composizione della crisi

TRIB. MILANO, SEZ. II, 18/11/2016 «La disciplina della composizione della crisi da sovraindebitamento, come parte della dottrina non ha mancato di evidenziare, appare essere in controtendenza rispetto alla scelte operate dal legislatore in materia di c…

Continua a leggere →

Il rilievo (indiretto) della meritevolezza del debitore nell’accordo di composizione della crisi

TRIB. MILANO, SEZ. II, 18/11/2016 «La disciplina della composizione della crisi da sovraindebitamento, come parte della dottrina non ha mancato di evidenziare, appare essere in controtendenza rispetto alla scelte operate dal legislatore in materia di c…

Continua a leggere →

La Suprema Corte sul rapporto tra disavviamento commerciale e imposta di registro

Ogni imprenditore, almeno una volta nella propria carriera, si è certamente cimentato in un progetto che a tutti – consulenti, collaboratori e familiari – pareva impossibile da realizzare, magari avendo infine successo a dispetto delle difficoltà iniziali e dei più neri pronostici (nel che sta il cuore reale, almeno a parere di chi scrive, della libera impresa). Sta… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Mancata quantificazione delle competenze legali in dispositivo: un caso particolare di (sicuro) errore materiale

Come noto, il tema della mancata liquidazione delle spese legali in sentenza (o, in altro provvedimento comunque conclusivo del giudizio) è uno di quelli che hanno spesso determinato importanti contrasti interpretativi, essendosi la giurisprudenza divisa tra il ritenere la discrasia in questione emendabile mediante il procedimento di correzione degli errori materiali della sentenza ex art. 297 e ss.… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Il consenso informato del medico-paziente: due decisioni di legittimità a confronto

Un recente precedente di legittimità dello scorso mese di maggio (Cass. Civ., Sez. III, 27/03/2018, n. 7516) offre alla Suprema Corte lo spunto per tornare – in senso, come si sta per vedere, difforme rispetto a quanto opinato dalla medesima sezione con un precedente arresto risalente al 2012 (Cass. Civ., Sez. III, 27/11/2012, n. 20984) – su una… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Sovraindebitamento di socio illimitatamente responsabile: il Tribunale di Rimini lo ammette

Un’interessante recente decisione del Tribunale di Rimini (Trib. Rimini, Sez. II, 12/03/2018) ha decisamente optato, con una venatura motivazionale a parere di chi scrive del tutto condivisibile, per l’ammissione alla procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento ex L. 27/01/2012, n. 3 del socio di società in nome collettivo, in quanto tale fallibile in estensione ai sensi dell’art.… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Inammissibilità meritale e processuale in Cassazione: il precedente diventa vincolante?

Con la recente ordinanza Cass. Civ., Sez. VI, Ordinanza 02/03/2018, n. 5001 oggi in esame, la Suprema Corte interviene sul tema, ormai costituente un must della giurisprudenza di legittimità, dell’inammissibilità dei motivi di ricorso, da un lato chiarendo il concetto di inammissibilità cd. meritale di cui al pregresso arresto contenuto in Cass. Civ., SS.UU., 21/03/2017, n. 71551 –… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Notifica alla P.A. ad indirizzo PEC tratto dall’IPA nel processo amministrativo: rimessione in termini

Un recente precedente del T.A.R. Napoli (T.A.R. Napoli, Sez. VIII, 15/03/2018, n. 1653, oggi in commento), torna sulla questione della notificazione di atti giudiziari ad indirizzo PEC della P.A. tratto dall’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA), sul quale ci eravamo a suo tempo intrattenuti. Come noto, a mente dell’art. art. 3–bis, 1° co., primo periodo, L. 53/1994, la notifica… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Credito fondiario: le spese legali della curatela non sono privilegiate in sede esecutiva

Torniamo nuovamente sul tema dei confini del c.d. privilegio attribuito al creditore fondiario, su cui siamo già intervenuti il 06/03/2017 (in nota a Trib. Pesaro, ordinanza 12/08/2016), il 08/06/2017 (in nota a Trib. Pesaro, ordinanza 08/06/2017) e, infine, il 15/01/2018 (in nota a Cass. Civ., Sez. VI, 13/12/2017, n. 29972). I principi giurisprudenziali in materia di c.d. privilegio… Leggi tutto »

Continua a leggere →

L’onere di riproposizione in appello e in cassazione delle questioni “assorbite”

Con alcune recenti sentenze la Suprema Corte ha fatto il punto sulla delicata questione delle modalità di doglianza in ordine alle questioni sollevate dalla parte vittoriosa nel corso del giudizio di primo grado1, ma non affrontate, neppure indirettamente, dal provvedimento conclusivo di quel giudizio (questioni c.d. assorbite). In estrema sintesi, si tratta di cercare di capire quali siano… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Alle Sezioni Unite la questione dell’esperibilità della revocatoria contro il fallimento

La prima Sezione della Suprema Corte, per la verità dopo molti anni di decisioni di segno negativo sul punto, rimette al primo Primo presidente per l’eventuale  rimessione alle Sezioni Unite la questione dell’esercitabilità dell’azione revocatoria nei confronti di una procedura fallimentare (Cass. Civ., Sez. I, ordinanza 25/01/2018, n. 1894, oggi in rassegna). Il tema, come si è appena… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Cessione d’azienda e revocatoria fallimentare: il cessionario (di regola) non risponde

Con un’interessante decisione che oggi vi proponiamo (Cass. Civ., Sez. Un., 28/02/2017, n. 5054), le Sezioni Unite intervengono sull’interpretazione dei limiti della responsabilità del cessionario d’azienda ai sensi dell’art. 2560, 2° co., C.C.1 in una fattispecie particolare, nella quale alla cessione aziendale si era sovrapposta la revocatoria fallimentare di pagamenti ai sensi dell’art. 67, 1° co., n. 2,… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Credito fondiario: la Suprema Corte conferma natura e limiti del “privilegio” che privilegio non è

La Suprema Corte, con la decisione Cass. Civ., Sez. VI, 13/12/2017, n. 29972 che oggi vi proponiamo, torna ancora una volta sul tema dei rapporti tra il c.d. “privilegio” spettante al creditore fondiario sulle somme ricavate in sede di espropriazione immobiliare allorquando le vicende di tale esecuzione si intreccino con il fallimento del debitore. Fonti normative Come abbiamo… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Rimborso dei finanziamenti ottenuti da socio nell’anno precedente il fallimento: per l’azione ex art. 2467 c.c. è competente il tribunale fallimentare

La Suprema Corte è recentemente intervenuta (con l’ordinanza Cass. Civ., Sez. VI, 24/10/2017, n. 25163, che oggi vi proponiamo) su uno dei non pochi dubbi applicativi suscitati dall’art. 2467 C.C.1 e, segnatamente, sul tema della competenza a decidere sull’azione proposta dalla curatela fallimentare di una società per ottenere la restituzione, al ricorrere delle particolari condizioni previste da tale… Leggi tutto »

Continua a leggere →

La Corte d’Appello di Milano rimette alla consulta il limite di orario per le notifiche PEC (ma la Cassazione non sembra d’accordo)

Con una recente ed articolata ordinanza (C. App. Milano, Sez. I, ordinanza 16/10/2017), la Corte di Appello di Milano ha rimesso alla Consulta la decisione sulla legittimità costituzionale dell’art. 16-septies D.L. 179/2012, conv in L. 221/20121, nella parte in cui tale disposizione rende applicabile alle notifiche a mezzo PEC il medesimo limite di orario (non prima delle ore… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Nulla la notifica della riassunzione (e giudizio estinto) se manca la dicitura “notifica ai sensi della legge n. 53 del 1994” nell’oggetto della PEC

Nell’affrontare il delicatissimo tema della nullità delle notifiche a mezzo PEC abbiamo più volte commentato in senso sfavorevole diverse pronunce giurisprudenziali che, sulla scia di impostazioni di stampo formalistico, hanno fatto rigida applicazione del regime delle nullità processuali, finendo inevitabilmente con il comprimere il diritto di difesa senza alcuna effettiva ragione. Il caso e la decisione E tuttavia… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Il fallimento è per sempre: il Registro imprese non dimentica

Un interessante precedente della Suprema Corte (Cass. Civ. 09/08/2017, n. 19761) torna sulla questione del “diritto all’oblio” relativamente ai dati personali delle persone fisiche operanti in ambito societario, conservati e trattati dal responsabile del Registro delle imprese secondo le disposizioni dell’articolata normativa, nazionale e sovranazionale, che regolamenta tale Registro e stabilisce gli obblighi di conferimento dei dati personali… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Compenso del difensore del fallimento: ricorribile per cassazione il decreto ex art. 26 L. Fall.

Una recente decisione della Suprema Corte (Cass. Civ., Sez. I, 20/09/2017, n. 21826) torna sulla questione della natura del provvedimento con cui il G.D. liquida il compenso al difensore della curatela fallimentare, ribadendone, da un lato, la natura decisoria e confermando, dall’altro, la ricorribilità per cassazione della decisione del tribunale fallimentare sul ricorso interposto contro il provvedimento stesso.… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Riforma fallimentare, procedure di allerta ed obblighi corrispondenti: un interessante documento dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Milano

Chi si occupa di società e procedure concorsuali è ben consapevole della portata rivestita dalla riforma messa a punto dalla commissione Rordorf, recentemente approdata al suo esito, con la pubblicazione in G.U. n. 254 del 30/10/2017 della L. 19/10/2017, n. 155, recante «Delega al Governo per la riforma delle discipline della crisi di impresa e dell’insolvenza». Uno dei… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Mancato ordine di cancellazione della trascrizione: nulla da fare in cassazione per la parte inerte nel giudizio di merito

La Suprema Corte, con il precedente qui in commento (Cass. Civ., Sez. VI, ordinanza 22/08/2017, n. 20269) si esprime in un caso particolare di mancata emanazione dell’ordine di cancellazione della trascrizione della domanda giudiziale di cui al combinato disposto degli articoli 2652, 2653 e 26681 C.C., sul quale vale la pensa soffermarsi. Il caso Tizio si aziona in… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Frazionamento delle azioni e legge Pinto: la Cassazione torna sull’abuso del processo e sulle sue conseguenze

Con una recente ordinanza (Cass. Civ., Sez. II, Ordinanza 06/09/2017, n. 20834), la Suprema Corte torna sul tema del frazionamento delle azioni come forma di abuso del processo e, in particolare, sugli effetti processuali di esso. Si tratta di un argomento interessante, sul quale le Sezioni Unite avevano già avuto modo di esprimersi nel febbraio scorso con la… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Notifica a mezzo PEC del ricorso per Cassazione alla prova delle Sezioni Unite

La Suprema Corte, con l’ordinanza in rassegna (Cass. Civ, Sez. VI, ordinanza 31/08/2017, n. 20672), rimette alle Sezioni Unite la questione delle conseguenze processuali di quelle che si possono definire come “irritualità telematiche” e, nella specie la questione degli «effetti della violazione delle disposizioni tecniche specifiche sulla forma degli «atti del processo in forma di documento informatico» (o,… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Avvocati: scacco matto

La ripresa delle attività dopo la pausa estiva pone gli avvocati italiani dinanzi a diverse novità di rilievo introdotte dalla c.d. legge sulla concorrenza (L. 04/08/2017, n. 124), che introduce, in particolare, le ormai note società di capitali e che sembra costituire l’ultimo tassello di un percorso di ristrutturazione della professione forense fatto di più mosse snodatesi negli… Leggi tutto »

Continua a leggere →

“REPLAY”- 2017: Partecipazioni societarie e comunione legale dei beni: brevi note

Il tema del rapporto tra acquisto di partecipazioni societarie e comunione legale dei beni tra coniugi è uno dei non pochi rompicapi che, nel silenzio del legislatore in materia, hanno agitato, e in parte ancora agitano, dottrina e giurisprudenza. Esso si sviluppa in diversi sotto-temi tra essi variamente sovrapposti, quali, ad esempio, quello dell’individuazione della natura della quota… Leggi tutto »

Continua a leggere →

“REPLAY”- 2017: Curatore fallimentare e trattamento dei rifiuti: un interessante decreto del Tribunale di Milano

Chi si occupa di procedure concorsuali ben conosce la miriade di problematiche in cui incappa quotidianamente il curatore fallimentare, in particolare nel corso dell’attività di apprensione dei beni del fallito, prima, e della loro successiva custodia e vendita, poi. Il decreto del Tribunale di Milano che oggi vi proponiamo (Trib. Milano, Sez. Fall., Decreto 08/02/2017) riguarda in modo… Leggi tutto »

Continua a leggere →

“REPLAY”- 2017: “Privilegio” fondiario: il Tribunale di Pesaro conferma il proprio orientamento

Qualche mese fa avevamo avuto modo di commentare un’interessante ordinanza del Tribunale di  Pesaro (Trib. Pesaro, ordinanza 12/08/2016), con cui detto Tribunale faceva il punto in materia di c.d. “privilegio” spettante al creditore fondiario, ai sensi dell’art. 41 D. Lgs.  01/09/1993, n. 385 (TUB), secondo cui (2° comma) «l’azione esecutiva sui beni ipotecati a garanzia di finanziamenti fondiari… Leggi tutto »

Continua a leggere →

“REPLAY”- 2017: Le SS.UU. 16601/2017 e il danno punitivo: brevi note

Il giurista che, ieri mattina, abbia ascoltato  la lettura dei giornali su una qualsiasi emittente radiofonica o televisiva, sicuramente sarà sobbalzato venendo a conoscenza del fatto che le Sezioni Unite della Cassazione avevano dato libero ingresso al danno punitivo nel nostro ordinamento. Le cose stanno, in effetti così, ma ciò non comporta, come qualcuno ha frettolosamente detto, che… Leggi tutto »

Continua a leggere →

“REPLAY”- 2017: Fallimento e sequestro preventivo penale: un’interessante pronuncia della Suprema Corte

La Corte di Cassazione, con l’interessante pronuncia Cass. Civ., Sez. I, 12/01/2017, n. 608, che oggi vi proponiamo, interviene sulla tematica dei rapporti tra sequestro preventivo penale finalizzato alla confisca disposto a mente delle disposizioni di cui al d.lgs. 6 settembre 2011, n. 159 e dichiarazione di fallimento. Dal quel che è dato desumere dalla sentenza impugnata, il… Leggi tutto »

Continua a leggere →

“REPLAY”- 2017: Le Sezioni Unite sulle spese di assistenza stragiudiziale: sono danno emergente

Un recentissimo arresto delle Sezioni Unite (Cass. Civ., SS.UU., 10/07/2017, n. 16990) torna sulla vexata quaestio della natura e delle modalità di liquidazione e prova in giudizio delle spese di assistenza corrisposte nella pregressa fase stragiudiziale dello stesso. Si tratta, come noto, di un argomento delicato, particolarmente sentito in tutti quegli ambiti, come, ad es., la responsabilità da… Leggi tutto »

Continua a leggere →

“REPLAY”- 2017: No al danno da stress: la Cassazione sintetizza lo stato dell’arte sul danno non patrimoniale

La Suprema Corte (Cass. Civ., Sez. Lav., 18/01/2017, n. 1185) fa il punto sul danno non patrimoniale, con particolare riferimento all’area caratterizzata da più ampia discrezionalità costituita dai danni ai diritti oggetto di tutela costituzionale. La sentenza in commento, si connota per la nitidezza dello schema riassuntivo che propone in tema di danno non patrimoniale, a partire da… Leggi tutto »

Continua a leggere →

“REPLAY”- 2017: Frazionamento del credito, abuso del processo e responsabilità disciplinare dell’avvocato

Con un recente arresto (Cass. Civ. Sez. Un. 16/02/2017, n. 4090)1 le Sezioni Unite sono tornate sull’argomento del frazionamento del credito sfumando, almeno in parte, l’orientamento fortemente restrittivo a suo tempo espresso sul punto, secondo cui da siffatta condotta  (come noto consistente nel parcellizzare le richieste afferenti ad una pretesa unitaria nei confronti del medesimo soggetto, azionando in… Leggi tutto »

Continua a leggere →

“REPLAY”- 2017: Efficacia del recesso dalla società: una decisione del Tribunale di Milano

Il Tribunale delle Imprese di Milano, con la sentenza che qui si commenta (Trib. Milano, Sez. Spec. Impr., 04/05/2017, n. 4949), interviene sul tema del recesso del socio dalla società (nella specie, a responsabilità limitata) e, in particolare, sul delicato aspetto della determinazione del momento di efficacia di tale recesso. Si tratta di un tema che avevamo già… Leggi tutto »

Continua a leggere →

“REPLAY”- 2017: Efficacia del recesso da srl e legittimazione attiva all’azione di responsabilità: un precedente di merito

*nota: questo articolo è stato di recente aggiornato con un nuovo precedente in materia. Leggi Efficacia del recesso dalla società: una decisione del Tribunale di Milano Il Tribunale di Roma, Sezione Specializzata in materia di impresa, con una recente ed articolata ordinanza (Trib. Roma, Sez. Spec. Impr., ordinanza 25/01/2017), fa il punto in tema di individuazione del momento di… Leggi tutto »

Continua a leggere →

“REPLAY”- 2017: La Suprema Corte torna sulla legittimazione processuale del liquidatore concordatario

La questione della legittimazione processuale del commissario liquidatore nel concordato preventivo con cessione dei beni è una tra quelle più dibattute delle non poche che concernono questa figura concorsuale dai tratti sfumati: un po’ mandatario del ceto creditorio, un po’ protagonista autonomo della scena concordataria, come avevamo avuto occasione di rilevare in un articolo di qualche tempo fa.… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Le Sezioni Unite sulle spese di assistenza stragiudiziale: sono danno emergente

Un recentissimo arresto delle Sezioni Unite (Cass. Civ., SS.UU., 10/07/2017, n. 16990) torna sulla vexata quaestio della natura e delle modalità di liquidazione e prova in giudizio delle spese di assistenza corrisposte nella pregressa fase stragiudiziale dello stesso. Si tratta, come noto, di un argomento delicato, particolarmente sentito in tutti quegli ambiti, come, ad es., la responsabilità da… Leggi tutto »

Continua a leggere →

Curatore fallimentare e trattamento dei rifiuti: un interessante decreto del Tribunale di Milano

Chi si occupa di procedure concorsuali ben conosce la miriade di problematiche in cui incappa quotidianamente il curatore fallimentare, in particolare nel corso dell’attività di apprensione dei beni del fallito, prima, e della loro successiva custodia e vendita, poi. Il decreto del Tribunale di Milano che oggi vi proponiamo (Trib. Milano, Sez. Fall., Decreto 08/02/2017)…

Continua a leggere →

La Suprema Corte torna sulla legittimazione processuale del liquidatore concordatario

La questione della legittimazione processuale del commissario liquidatore nel concordato preventivo con cessione dei beni è una tra quelle più dibattute delle non poche che concernono questa figura concorsuale dai tratti sfumati: un po’ mandatario del ceto creditorio, un po’ protagonista autonomo della scena concordataria, come avevamo avuto occasione di rilevare in un articolo di…

Continua a leggere →

Partecipazioni societarie e comunione legale dei beni: brevi note

Il tema del rapporto tra acquisto di partecipazioni societarie e comunione legale dei beni tra coniugi è uno dei non pochi rompicapi che, nel silenzio del legislatore in materia, hanno agitato, e in parte ancora agitano, dottrina e giurisprudenza. Esso si sviluppa in diversi sotto-temi tra essi variamente sovrapposti, quali, ad esempio, quello dell’individuazione della…

Continua a leggere →

Le SS.UU. 16601/2017 e il danno punitivo: brevi note

Il giurista che, ieri mattina, abbia ascoltato  la lettura dei giornali su una qualsiasi emittente radiofonica o televisiva, sicuramente sarà sobbalzato venendo a conoscenza del fatto che le Sezioni Unite della Cassazione avevano dato libero ingresso al danno punitivo nel nostro ordinamento. Le cose stanno, in effetti così, ma ciò non comporta, come qualcuno ha…

Continua a leggere →

“Privilegio” fondiario: il Tribunale di Pesaro conferma il proprio orientamento

Qualche mese fa avevamo avuto modo di commentare un’interessante ordinanza del Tribunale di  Pesaro (Trib. Pesaro, ordinanza 12/08/2016), con cui detto Tribunale faceva il punto in materia di c.d. “privilegio” spettante al creditore fondiario, ai sensi dell’art. 41 D. Lgs.  01/09/1993, n. 385 (TUB), secondo cui (2° comma) «l’azione esecutiva sui beni ipotecati a garanzia…

Continua a leggere →

Efficacia del recesso dalla società: una decisione del Tribunale di Milano

Il Tribunale delle Imprese di Milano, con la sentenza che qui si commenta (Trib. Milano, Sez. Spec. Impr., 04/05/2017, n. 4949), interviene sul tema del recesso del socio dalla società (nella specie, a responsabilità limitata) e, in particolare, sul delicato aspetto della determinazione del momento di efficacia di tale recesso. Si tratta di un tema…

Continua a leggere →

Frazionamento del credito, abuso del processo e responsabilità disciplinare dell’avvocato

Con un recente arresto (Cass. Civ. Sez. Un. 16/02/2017, n. 4090)1 le Sezioni Unite sono tornate sull’argomento del frazionamento del credito sfumando, almeno in parte, l’orientamento fortemente restrittivo a suo tempo espresso sul punto, secondo cui da siffatta condotta  (come noto consistente nel parcellizzare le richieste afferenti ad una pretesa unitaria nei confronti del medesimo…

Continua a leggere →

“Privilegio” fondiario, esecuzione immobiliare, fallimento e L.C.A.: il Tribunale di Pesaro fa il punto

Il Tribunale di Pesaro con una recente ordinanza resa ex art. 702-ter c.p.c. (Trib. Pesaro, ordinanza 12/08/2016) fa il punto sulla problematica del c.d. “privilegio” riconosciuto al creditore fondiario dal secondo e dal quarto comma dell’art. 41 D. Lgs.  01/09/1993, n. 385 (TUB), secondo cui (2° comma) «l’azione esecutiva sui beni ipotecati a garanzia di…

Continua a leggere →

Efficacia del recesso da srl e legittimazione attiva all’azione di responsabilità: un precedente di merito

Il Tribunale di Roma, Sezione Specializzata in materia di impresa, con una recente ed articolata ordinanza (Trib. Roma, Sez. Spec. Impr., ordinanza 25/01/2017), fa il punto in tema di individuazione del momento di efficacia del recesso dalla società a responsabilità limitata, chiarendo anche i rapporti tra il recesso stesso e la legittimazione ad esercitare l’azione…

Continua a leggere →

No al danno da stress: la Cassazione sintetizza lo stato dell’arte sul danno non patrimoniale

La Suprema Corte (Cass. Civ., Sez. Lav., 18/01/2017, n. 1185) fa il punto sul danno non patrimoniale, con particolare riferimento all’area caratterizzata da più ampia discrezionalità costituita dai danni ai diritti oggetto di tutela costituzionale. La sentenza in commento, si connota per la nitidezza dello schema riassuntivo che propone in tema di danno non patrimoniale,…

Continua a leggere →

Fallimento e sequestro preventivo penale: un’interessante pronuncia della Suprema Corte

La Corte di Cassazione, con l’interessante pronuncia Cass. Civ., Sez. I, 12/01/2017, n. 608, che oggi vi proponiamo, interviene sulla tematica dei rapporti tra sequestro preventivo penale finalizzato alla confisca disposto a mente delle disposizioni di cui al d.lgs. 6 settembre 2011, n. 159 e dichiarazione di fallimento. Dal quel che è dato desumere dalla…

Continua a leggere →

REPLAY. La Cassazione sul deposito telematico degli atti introduttivi: la ragione, infine, prevale

La Suprema Corte, con una decisione (Cass. Civ., Sez. I, 12/05/2016, n. 9772) che si segnala per completezza di argomenti utilizzati e condivisibilità delle conclusioni tratte, interviene ex professo – finalmente, anche se tardivamente, posto che, come si vedrà, nel frattempo il legislatore ha provveduto a risolvere in radice la questione – sul tema del…

Continua a leggere →

REPLAY. PCT: inefficacia del pignoramento presso terzi. Il Tribunale di Pesaro ripensa il proprio orientamento

Nel giugno dello scorso anno, avevamo avuto modo di commentare una lunga ordinanza del Tribunale di Pesaro (Trib. Pesaro, ord. 10/06/2015), con la quale, sia pure nella fase “preliminare” di un procedimento di opposizione all’esecuzione, dedicata al vaglio dell’istanza di sospensione, si era adombrato un caso di inefficacia “telematica” del pignoramento presso terzi per mancato…

Continua a leggere →

REPLAY. PCT e numero di R.G. sbagliato: per un punto Martin perse la causa…

Si racconta che Frate Martino, priore di un monastero, ebbe l’idea di mettere in risalto l’ospitalità del luogo con un’iscrizione sopra suo il portone d’ingresso che diceva: «Porta patens esto. Nulli claudatur honesto», ovverosia «La porta sia aperta. A  nessuno onesto si chiuda». Senonché, lo scalpellino incaricato di incidere la frase commise un banale errore,…

Continua a leggere →

PCT e numero di R.G. sbagliato: per un punto Martin perse la causa…

Si racconta che Frate Martino, priore di un monastero, ebbe l’idea di mettere in risalto l’ospitalità del luogo con un’iscrizione sopra suo il portone d’ingresso che diceva: «Porta patens esto. Nulli claudatur honesto», ovverosia «La porta sia aperta. A  nessuno onesto si chiuda». Senonché, lo scalpellino incaricato di incidere la frase commise un banale errore,…

Continua a leggere →

La Cassazione sul deposito telematico degli atti introduttivi: la ragione, infine, prevale

La Suprema Corte, con una decisione (Cass. Civ., Sez. I, 12/05/2016, n. 9772) che si segnala per completezza di argomenti utilizzati e condivisibilità delle conclusioni tratte, interviene ex professo – finalmente, anche se tardivamente, posto che, come si vedrà, nel frattempo il legislatore ha provveduto a risolvere in radice la questione – sul tema del…

Continua a leggere →

Giurisprudenza e notifiche PEC: un rapporto difficile

Una recentissima sentenza delle Sezioni Unite (Cass. Civ., SS.UU., 18/04/2016, n. 7665), getta un ragionevole fascio di luce sul cono d’ombra venutosi a determinare in materia di notifiche PEC, dove la casistica pratica ha ormai messo in luce diverse criticità. In sintesi, può dirsi che la Suprema Corte sembra voler fare giustizia degli orientamenti tecno-telematici…

Continua a leggere →

Il disconoscimento delle riproduzioni (anche informatiche)

Una recente decisione del Tribunale di Milano (Trib. Milano, Sez. Spec. Imp. – A, 04/11/2015, n. 12287) ripropone il tema della valenza probatoria e degli effetti del disconoscimento delle riproduzioni informatiche di cui all’art. 2712 C.C. Si tratta di un argomento interessante, il cui esame presuppone alcuni riferimenti preliminari ad istituti in qualche modo limitrofi…

Continua a leggere →

Procura alle liti: le SS.UU. dettano le regole

Con un’interessante e articolata pronuncia (Cass. Civ., SS. UU, 14/03/2016, n. 4909) le Sezioni Unite si occupano della problematica relativa all’estensione dei poteri conferiti dalla parte al difensore con la procura alle liti, specie nelle ipotesi in cui quest’ultima venga rilasciata in modo essenziale e generico, con formule del tipo «con ogni facoltà», quale quella…

Continua a leggere →

Notifiche a mezzo PEC: per il Tribunale di Lecce occorre provare che il destinatario fosse in grado di leggerle

Come abbiamo avuto modo di osservare diverse volte, esiste un robusto orientamento giurisprudenziale che si pone in termini di velata, quando non manifesta, ostilità rispetto al processo civile telematico e alle sue regole. Sembra collocarsi entro tale filone il precedente del Tribunale di Lecce che oggi vi proponiamo (Trib. Lecce, ordinanza 16/03/2016), il quale si…

Continua a leggere →

PCT: nullità telematiche tra inammissibilità e mera irregolarità

Ci eravamo lasciati, venerdì scorso, commentando un provvedimento del Tribunale di Milano (Trib. Milano, 23/02/2016, n. 377) che, nel corso di un’udienza di p.c., aveva tacciato di inammissibilità il c.d. “foglio di precisazione delle conclusioni” cartaceo in base alla ritenuta natura  endoprocessuale di tale “foglio” ed al correlato dovere di provvedere al deposito in via…

Continua a leggere →

Autentica di copia di allegati alla PEC della cancelleria: una decisione della Suprema Corte

La Suprema Corte con una recentissima ordinanza (Cass. Civ., Sez. VI, 22/02/2016, n. 3386) ha preso espressa posizione su un tema particolare in materia di PCT: la possibilità per il difensore di autenticare le copie dei provvedimenti allegati alla comunicazione PEC della cancelleria ex art. 16, 4° co., D.L. 179/2012, conv. in L. 221/2012. Si…

Continua a leggere →

PCT: inefficacia del pignoramento presso terzi. Il Tribunale di Pesaro ripensa il proprio orientamento

Nel giugno dello scorso anno, avevamo avuto modo di commentare una lunga ordinanza del Tribunale di Pesaro (Trib. Pesaro, ord. 10/06/2015), con la quale, sia pure nella fase “preliminare” di un procedimento di opposizione all’esecuzione, dedicata al vaglio dell’istanza di sospensione, si era adombrato un caso di inefficacia “telematica” del pignoramento presso terzi per mancato…

Continua a leggere →

I (discutibili) confini della “nuova” legge Pinto

La legge di stabilità (L. 28/12/2015, n, 208, in G.U, serie generale, n. 302 del 30/12/2015), oltre che in settori come il diritto di famiglia (si vedano gli articoli del 4, 5 e 7 gennaio 2016), il diritto tributario (v. articoli del 12/01/2016, del 13/01/2016 e del 14/01/2016), il diritto societario (v. articolo dell’11/01/2016) è…

Continua a leggere →

Legge di stabilità: ecco le società benefit

Proseguiamo l’esame delle novità contenute nella legge di stabilità (L. 28/12/2015, n. 208, in G.U, serie generale, n. 302 del 30/12/2015) per soffermarci oggi sulle previsioni (art.1, commi da 376 a 384 L. 208/2015 cit.) che introducono nel nostro ordinamento le «società benefit». Cosa sono le società «benefit» La particolare figura in esame – di origine…

Continua a leggere →

Fondi UE ai professionisti: sì, no, forse

Come noto, fino a qualche tempo fa l’accesso ai fondi UE era considerato inibito ai liberi professionisti, difettando la natura imprenditoriale delle relative strutture organizzative, elemento, quest’ultimo, che veniva considerato presupposto indefettibile per l’accesso ai fondi stessi. In realtà, dall’Unione Europea erano da tempo pervenuti segnali del tutto contrastanti rispetto a tale interpretazione, e ciò…

Continua a leggere →

PCT: Il fascino discreto della copia di cortesia

La scorsa settimana è stata contrassegnata da una ferma presa di posizione dell’ANM, sulla problematica PCT, affidata ad un documento datato 5 ottobre, nel quale viene espressa la contrarietà dell’associazione rispetto alla previsione contenuta nell’art. 19, 1° comma, lett. a), sub 1),   D.L. 83/2015, conv, in L. 132/2015. Quest’ultima disposizione, come è noto, ha  modificato…

Continua a leggere →

Le SS.UU. sulla nullità del contratto di locazione abitativa di fatto: non è invocabile dal locatore

Le Sezioni Unite della Suprema Corte, con la recentissima decisione Cass. Civ. SS.UU., 17/09/2015, n. 18214 qui in commento, si pronunciano sulla particolare fattispecie, alquanto frequente nella prassi locatizia e oggetto di disparate posizioni giurisprudenziali, dei contratti di locazione abitativi conclusi solo verbalmente ed eseguiti, dunque, dalle parti in mancanza della formalizzazione per iscritto espressamente…

Continua a leggere →

Pistolettate in Tribunale: Ministero condannato anche in appello

Tutti ricordiamo i tragici fatti avvenuti il 9 aprile scorso all’interno del Tribunale di Milano, quando un uomo, introdottosi armato all’interno del Palazzo di Giustizia tramite un  varco vigilato, ha aperto il fuoco, seminando terrore e morte. Ne abbiamo parlato a suo tempo sul blog, ricordando che quell’episodio non era che l’ultimo di una lunga…

Continua a leggere →

REPLAY: Il principio di sinteticità e chiarezza degli atti di parte e l’eccezione di sovrabbondanza: verso un processo civile di ‘atti magri’

Nell’attesa che trovi attuazione il progetto di riforma del processo civile di cui si vocifera ormai da tempo, la giurisprudenza, come spesso accade, sta già autonomamente provvedendo ad introdurre nel sistema civilistico nuovi principi processuali di immediata applicazione. Uno di questi, di notevole rilievo per la tendenza pandemica che comincia a manifestare  e le conseguenze…

Continua a leggere →

REPLAY: La convocazione dell’assemblea dei soci nelle s.r.l.: una recente decisione delle Sezioni Unite

La questione su cui si soffermano le Sezioni Unite nel precedente qui in esame (Cass. Civ., SS.UU., n. 23218 del 14 ottobre 2013) è di estremo interesse pratico per chi si occupa dell’amministrazione di s.r.l. e può riassumersi nella risposta alla seguente domanda: come convocare correttamente l’assemblea dei soci di una s.r.l., prevenendo, così, la…

Continua a leggere →

REPLAY: Costituzione telematica nel PCT (e non solo): non scherziamo col fuoco/3

Concludiamo, con questa terza ed ultima parte (che fa seguito alle prime due pubblicate il 12/09/2014 ed il 22/09/2014), la discussione relativa alle problematiche poste dall’attività di costituzione delle parti effettuata telematicamente. Si è visto, che, a fronte di una dottrina che sostiene la piena legittimità della costituzione telematica in giudizio, la giurisprudenza si è…

Continua a leggere →

REPLAY: Costituzione telematica nel PCT (e non solo): non scherziamo col fuoco/2

Nella prima parte di questo articolo si è visto come la giurisprudenza si stia orientando a ritenere inammissibile la costituzione in giudizio svolta telematicamente dalle parti nell’ambito del PCT, con conseguenze esiziali per chi abbia usufruito di tale modalità (declaratoria di nullità degli atti di costituzione telematici). Il dato è, al momento, piuttosto netto, visto…

Continua a leggere →

REPLAY: Costituzione telematica nel PCT (e non solo): non scherziamo col fuoco

Come tutti sappiamo, la telematica è ormai diventata uno strumento abituale nel contesto forense. Chi, sino a ieri, doveva adoperare una certa dose di impegno anche solo per trovare il pulsante d’accensione del pc, si muove, oggi, più o meno disinvoltamente, tra PDF, firme digitali e notifiche PEC; inedite figure professionali ibride (il tecnico informatico/giuridico…

Continua a leggere →

REPLAY: When bride and groom are same-sex: overview of an Italian dilemma

A personal foreword The intent of examining, even though in its broad terms, the subject of the regulation of same-sex marriages (or, better, of the liaisons among homosexual persons in general) in our country brings with it at least two risks. The first of them consists in running into a moralistic approach to the topic.…

Continua a leggere →

Avvocati, tre pezzi facili: negoziazione familiare, prescrizione, competenza per il d.i.

Durante queste calde giornate d’estate, la mente di ciascuno di noi tende inevitabilmente a concentrarsi sull’essenziale, per non disperdere energie preziose e traguardare ogni sforzo sull’obiettivo di volta in volta perseguito: atto da completare, udienza da affrontare, mediazione da avviare o qualsiasi altro esso sia. Nell’intento, dunque, di facilitare la lettura di alcune novità di…

Continua a leggere →